thumbnail Ciao,

Kurtic per arrivare a Bradley, Joao Pedro per Rios: tante le pedine di scambio in mano a Zamparini. E dai riscatti di Cassani e Pinilla, le risorse per togliersi qualche sfizio

Nel corso della sua avventura in Sicilia, 'papà' Zamparini ha mandato tanti dei suoi 'figli' in giro per l'Italia e per il mondo in cerca di fortuna: tanti l'hanno trovata, altri torneranno a casa pronti a ripartire. Da quando è al al timone della società, il patron rosanero ha abituato tifosi e addetti ai lavori a mercati condotti in maniera spregiudicata e intraprendente. Dopo anni di questa gestione sono numerosi i calciatori che non hanno trovato spazio in Sicilia, venendo parcheggiati in altre piazze in attesa di riscatto.

Ed è proprio da questi giocatori che passerà la rinascita del Palermo, al termine della stagione meno soddisfacente della gestione Zamparini. Uno dei nomi di maggior prestigio è quello di Jasmin Kurtic, stellina in prestito al Varese, affermatosi in Lombardia e possibile pedina di scambio per arrivare a Bradley del Chievo. Così come Joao Pedro, rientrante dal prestito al Penarol, il quale potrebbe essere inserito nell'affare Rios

Inoltre valuta fresca certamente entrerà nella casse rosanero pronta per essere reinvestita: dai praticamente certi riscatti di Pinilla e Cassani, prestiti eccellenti che a Cagliari - il primo -, e a Firenze - il secondo - si sono ritagliati uno spazio di primo piano meritando la riconferma, arriveranno diversi milioni di euro. Dal Novara potrebbero inoltre tornare due giocatori che hanno un discreto mercato: Garcia - su di lui c'è il Chievo - e Morganella, anche se il terzino sembra possa convincere la dirigenza rosanero a confermarlo.

Ma Perinetti non dovrà destreggiarsi solo tra i prestiti, numerose infatti sono anche le comproprietà. Con ogni probabilità verrà riscattato il portiere albanese a metà col Novara Ujkani, garanzia nel caso Viviano tornasse all'Inter. Sembra invece destinato a restare a Torino un altro giocatore in compartecipazione: il polacco Glik avrebbe infatti lanciato chiari segnali circa il suo desiderio di rimanere all'ombra della Mole.

Senza dimenticare due attaccanti come Gonzalez, a metà col Siena, e Succi, in comproprietà col Padova, i quali, se riscattati, potrebbero poi essere rivenduti agevolmente viste le numerose richieste pendenti su di loro. Questi sono solo alcuni dei nomi che quest'estate affolleranno i pensieri di Perinetti, atteso a un vero e proprio tour de force per piazzare anche i numerosi giovani talenti mandati a maturare in B e Lega Pro.

Sullo stesso argomento