thumbnail Ciao,

Dopo otto stagioni in Sardegna, il capitano pronto a lasciare la Sardegna per dissidi col presidente. Sul mercato anche Agazzi e Canini.

Dopo otto stagioni e tante salvezze il Cagliari e Alessandro Agostini sono pronti a dirsi addio. Il rapporto tra il capitano di tante battaglie, terzo per presenze assolute con i sardi in serie A dopo Nenè e Riva, e il presidente Cellino sembra essere giunto al capolinea. La decisione non è ancora ufficiale in quanto nulla verrà deciso prima del rientro del presidente dall'America. I segnali sono però chiari e - a meno di colpi di scena, spiega il 'Corriere dello Sport' - il capitano saluterà la Sardegna nonostante un contratto in scadenza nel 2013.

I dubbi per la prossima stagione riguardano però l'intero reparto difensivo a partire dal portiere, ruolo in cui la società apprezza molto Avramov, appena premiato con il rinnovo del contratto. La scelta potrebbe aprire le porte alla cessione di Agazzi, le cui qualità sono molto apprezzate dal Torino di Cairo.

Detto del quasi certo addio di Agostini, c'è da valutare la posizione dei due centrali, protagonisti assoluti dell'ultimo campionato dei rossoblu. Astori fa gola a molti club, ma per lui Cellino è pronto a resistere a qualsiasi assalto. Più traballante la posizione di Michele Canini, il cui contratto in scadenza 2013 potrebbe aprire le porte al Parma.

La fascia destra resterà presidiata da Pisano, con Perico confermato quale alternativa. Confermato anche Ariaudo, jolly adattabile sia al centro della difesa che a sinistra.  Per rimpinguare il reparto si fa il nome di Gozzi che potrebbe essere riscattato dal Modena nonostante lo scarso impiego di questa stagione.

Sullo stesso argomento