thumbnail Ciao,

L'attaccante camerunense è a secco dal novembre scorso, il feeling con tifosi e media non è buono, c'è solo quell'ingaggione a fare da filo con l'Anzhi. Che non andrà in Champions.

Quanto sia mancato Samuel Eto'o all'Inter è sotto gli occhi di tutti, alla luce della deludente stagione disputata dai nerazzurri. Certo, non c'è la controprova del fatto che con il camerunense le cose sarebbero andate diversamente, però quanto fatto dal 31enne 'Leone' sia nella leggendaria stagione del Triplete che in quella scorsa fa pensare che probabilmente a quest'ora la squadra di Moratti sarebbe saldamente in zona Champions.

Eto'o a Milano ci ha lasciato cuore e famiglia, sentimenti ricambiati da tutti gli interisti, mentre il suo ambientamento in Russia - dopo l'entusiasmo iniziale, dovuto soprattutto all'ingaggione da 20 milioni a stagione datogli dall'Anzhi - è andato via via peggiorando, come dimostra il fatto che non va a segno dal novembre scorso (pur tenendo conto della pausa invernale) e che le sue frequenti critiche alle condizioni dei campi di gioco, che inciderebbero sul suo rendimento, hanno provocato le reazioni non esattamente entusiastiche di media e tifosi, con cui il feeling non sembra sbocciato.

E poi c'è lo scoglio più grande per le ambizioni di un giocatore che fino a pochi mesi fa era abituato a stare in copertina quasi tutti i giorni, e che invece adesso - con ogni probabilità - oltre ad essere 'confinato' in un campionato che non è sotto i riflettori, dovrà anche rinunciare alla vetrina per lui fondamentale della Champions League. L'Anzhi, infatti, a 5 giornate dalla fine del campionato russo è settimo in classifica, e le probabilità di qualificarsi alla massima competizione europea sono praticamente nulle.

Insomma, secondo il 'Corriere dello Sport', ci sono tutti i presupposti per il clamoroso ritorno all'Inter, ovviamente non alla cifra sborsata dai russi nella scorsa estate. Massimo Moratti è pronto a riabbracciare Samuel, occorre soltanto che sia il giocatore a compiere il primo passo, facendo a fine anno una chiacchierata con il patron dell'Anzhi Kerimov...

Sullo stesso argomento