thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La campagna acquisti dei rossoneri prevederà diverse manovre low cost, con investimenti mirati su due-tre nomi importanti che rappresenteranno i grandi botti estivi.

Non manca molto alla fine del campionato prevista per il 13 maggio e lo staff dirigenziale del Milan si sta muovendo con immancabile rapidità sul mercato. Ovviamente i primi obiettivi sono gli ormai famosi 'costo zero', ovvero giocatori in scadenza di contratto per cui vige il motto: “chi prima arriva, se li prende”.

Il reparto da puntellare con maggior cura è la difesa dove mancano interpreti di livello, anche tra le seconde linee. A Yepes e a Nesta scadrà il contratto in estate. Il colombiano dovrebbe tornare in patria a chiudere la carriera, mentre è più incerto il futuro di Nesta che potrebbe anche decidere di rinnovare per un altro anno con il Milan, oppure seguire il suo grande amico Pirlo alla Juventus. In ogni caso il club di via Turati si sta mobilitando per sostituirli con i primi innesti low cost.

Il primo è Francesco Acerbi, difensore del Chievo, ma con il cartellino diviso a metà tra la società clivense e il Genoa. E’ innegabile che con l’amicizia che regna tra Galliani e Preziosi, l’accordo potrebbe anche essere facile da trovare, pagando magari qualcosa al Chievo. Sempre con il Grifone, i rossoneri hanno intenzione di continuare a fare affari. Piace, infatti, e non poco, il difensore Nenad Tomovic, centrale serbo classe ’87. Al momento il giocatore è in prestito al Lecce, ma in estate rientrerà in rossoblù.

Occhi puntati anche su Andreas Granqvist, svedese nato nel 1985. Lo stesso Braida ha fatto sapere di averlo visionato parecchie volte e di ritenerlo un bravo giocatore e un bravo ragazzo. Granqvist è tornato dopo un lungo infortunio ed è pronto a farsi notare in queste ultime giornate di campionato. Inoltre è molto stimato dal connazionale Ibrahimovic che lo vorrebbe con sé al Milan. Come altro rincalzo a poco prezzo si parla anche di Cesare Natali, già vicino ai rossoneri nel mercato di riparazione. Al 32enne difensore della Fiorentina scadrà il contratto in estate e, grazie anche al suo procuratore, guarda caso Mino Raiola, potrebbe trasferirsi a Milano per la prossima stagione. Sempre per la difesa, la spesa maggiore potrebbe arrivare per il terzino sinistro. L’acquisto più importante.

In pole position c’è Alexandar Kolarov. Il laterale ex Lazio, è attualmente il più avvicinabile con il City che potrebbe anche non venderlo a cifre eccessive. Continua a piacere Bale del Tottenham e impressiona sempre più Armero dell’Udinese, ma in questi due casi la spesa aumenterebbe, quindi tutto dipende anche dai successi rossoneri e dalla generosità di Berlusconi. Per il centrocampo l’unico nome forte è quello di Javier Mascherano. Il Milan lo segue da tempo e ne ha già parlato con il suo procuratore Kia Joorabchian, proprio quest’inverno quando il club di via Turati stava trattando l’acquisto di Tevez.

C’è un forte interesse anche per Shinji Kagawa, trequartista in forza al Borussia Dortmund. Il 23enne giapponese potrebbe rappresentare un acquisto intelligente sia per l’apporto qualitativo che potrebbe dare ai rossoneri, sia per gli introiti che potrebbero arrivare dal Giappone con sponsor e pubblicità. Per quanto concerne l’attacco, i dubbi maggiori riguardano Pato e le sue condizioni fisiche. Se la dirigenza del Milan si era già messa in mente di sacrificare il brasiliano in estate (dopo averci provato in inverno), ora - complice il crollo della sua quotazione di mercato - dovrà tornare sui propri passi e attendere conferme sui motivi dei continui infortuni del Papero.

La sensazione è che il Milan punterà ancora su Pato nella prossima stagione, sperando di poterlo recuperare al meglio, sacrificando, a questo punto, Robinho che potrebbe tornare in Brasile, magari al Santos. Al suo posto potrebbe tornare di moda Carlos Tevez, anche se il ritrovato rapporto con Mancini e con il gol, potrebbe far salire ancora di più le sue quotazioni. A meno che il City non prenda in considerazione l’idea di uno scambio, magari proprio con Pato.

Sullo stesso argomento