thumbnail Ciao,

Soddisfatto della vittoria di oggi, il patron nutre ambizioni importanti per la prossima stagione: "Vogliamo rinforzarci, speriamo di lottare per traguardi ancor più importanti".

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, intervenuto ai microfoni di ‘Mediaset Premium’ dopo il successo biancoceleste sul Cagliari per 1-0, non esclude che l’attuale tecnico del Catania, Vincenzo Montella, possa sedere in futuro sulla panchina della squadra capitolina, nonostante i noti trascorsi in giallorosso.

“Montella tecnico della Lazio? È un ottimo allenatore, niente è impossibile. – ha dichiarato il patron biancoceleste, con l'allenatore napoletano che lo ascoltava in cuffia – Se rimarrò a lungo presidente della Lazio potrebbe succedere che le nostre strade vengano in contatto”.

Al momento non ci sarebbe tuttavia nulla di concreto. “Per ora sono però solo chiacchiere da bar. – ha sottolineato Lotito – La Lazio non cerca un allenatore e Montella penso stia bene a Catania”.

Se per il futuro più lontano Montella per Lotito potrebbe rappresentare un opzione, per il futuro prossimo, secondo il presidente biancoceleste, c'è solo Reja. “La società non ha messo in discussione la presenza di Reja il prossimo anno – ha sottolineato ai microfoni di ‘Sky Sport’ – Stiamo già lavorando per il futuro per rinforzare la squadra e presto vedrete che tireremo fuori qualche coniglio dal cappello. Vogliamo aggiungere 3-4 campioni a questa rosa che è già competitiva. Il prossimo anno mi auguro di poter lottare per traguardi ancora più ambiziosi”.

Il presidente ha espresso quindi la sua soddisfazione per la vittoria contro il Cagliari.
“Sicuramente sono soddisfatto del fatto che la squadra ha creduto fino alla fine nella vittoria. La vittoria è stata meritata e i cambi che ha fatto il tecnico sono stati azzeccati. – ha sentenziato – Il Cagliari si è difeso solamente, e a un certo momento ho temuto che potessimo perdere come a Catania la scorsa settimana”.

Secondo il presidente i biancocelesti, nonostante le critiche ricevute per il mercato di gennaio, possono dire la loro contro qualsiasi squadra. “Abbiamo allestito una squadra che può competere con tutti. – ha affermato – A gennaio tutti ci chiedevano di vendere giocatori perché dicevano che avevamo troppi giocatori e invece abbiamo agito bene evitando di creare problemi di sovrabbondanza nello spogliatoio".

"Anche senza Klose, che è un giocatori importante per noi, – ha concluso – la squadra ha dimostrato di poter far bene giocando con umiltà e spirito di sacrificio come ha fatto oggi. Speriamo che la squadra possa proseguire su questi binari per le prossime 9 finali che ci aspettano da qui alla fine del campionato”.


Sullo stesso argomento