thumbnail Ciao,

Marco Tardelli, con un passato tra Juventus e Inter, fa il punto della situazione. Se ai bianconeri serviranno 3 acquisti di livello, ai nerazzurri occorrerà una rivoluzione.

Marco Tardelli, un passato tra Inter e Juventus, anche fuori dal terreno di gioco, da allenatore dei nerazzuri prima e da dirigente nel consiglio d'amministrazione dei bianconeri poi.

Il campione del mondo a Spagna '82, intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport' sulle possbilità di vittoria del campionato da parte della Juve si dice possibilista... "Può farcela - ha detto - nonostante qualcuno parlasse di squadra in debito d'ossigeno qualche settimana fa. Ma anche un secondo posto sarebbe comunque il risultato e l'emblema di una stagione fantastica". Nel frattempo c'è comunque la Coppa Italia: "Sarebbe davvero fondamentale tornare a vincere un trofeo, ne beneficerebbe il progetto che sta portando avanti Andrea Agnelli".

L'ex Ct dell'Italia Under 21 risponde poi sul capitolo mercato in casa bianconera: "Serviranno tre acquisti per compiere il definitivo salto di qualità. E' indispensabile una punta di caratura internazionale, Higuain ad esempio sarebbe adattissimo. Occorreranno inoltre un centrocampista di livello e un vice-Pirlo, poichè Andrea avrà bisogno di tirare il fiato col sopraggiungere della Champions". 

Se la Juve ha bisogno di qualche ritocco, l'Inter, invece, dovrà rivoluzionare l'intera rosa: "Servirebbe un rinnovamento totale. La sfortuna ha sicuramente influito, ma anche un po' di confusione nella dirigenza ha avuto la sua importanza. La rosa andava costruita diversamente, è dal progetto che si deve ripartire non dall'allenatore".

Se i giovani dovranno essere la base, la riconferma di Sneijder potrà essere determinante: "Wesley deve essere riconfermato, potrà essere il collante tra il vecchio e il nuovo, nonchè diventare la futura bandiera nerazzura".



Sullo stesso argomento