thumbnail Ciao,

Il procuratore Mino Raiola sta sondando il terreno sul fronte rinnovo, con tanto di adeguamento economico. Per il futuro Ibra vorrebbe 'in regalo' RVP...

Scontata la squalifica della discordia, Zlatan Ibrahimovic è pronto a rituffarsi nell'atmosfera campionato. Il Milan sta per riabbracciarlo dopo che il Nostro ha fatto meraviglie con la maglia della Svezia, segnando un goal - su rigore - fornendo un assist e dispensando tante giocate di qualità, in un ruolo quasi da rifinitore.

"Ne abbiamo parlato con il tecnico e con i compagni - ha spiegato Ibra - E abbiamo concordato che, contro le squadre più forti, se gioco troppo avanti, rischio di essere isolato. E finire fuori dal gioco. Così, invece, è meglio: e la gara lo ha dimostrato".

Lo svedese si prepara a guidare l'attacco rossonero a Palermo, campo storicamente difficile. Ieri a Milanello lavoro soft, come sempre dopo le partite; ad osservarlo a bordo campo c'era anche il procuratore Mino Raiola. E' d'attualità, infatti, il tema rinnovo; è vero che il contratto di Ibra scade solo nel 2014, ma più volte in passato il giocatore ha dichiarato di voler chiudere la carriera in maglia rossonera.

Raiola sta valutando se ci sono i margini per un aumento di ingaggio. L'incidenza del suo assistito sulle fortune del Milan rimane indiscutibile: basta guardare la media punti, 2,10 con lo svedesone in campo, 1,83 senza. Per il futuro, a Ibra non dispiacerebbe affatto giocare con Robin Van Persie, fuoriclasse dell'Arsenal col contratto in scadenza nel 2013. "Ci sono un sacco di voci che girano sul mio conto e quasi tutte sono inventate. Ora voglio penso solo a giocare, in estate vedremo". Appunto...

Sullo stesso argomento