thumbnail Ciao,

La società rossonera ha fatto sapere al giocatore che vestirà la casacca della squadra campione d'Italia solamente se fallirà la trattativa per Carlos Tevez.

Il calciomercato del Milan continua a dipendere da Carlos Tevez. Nella giornata di ieri la dirigenza rossonera ha praticamente acquistato dal Catania l'attaccante argentino Maxi Lopez (accordo per un contratto di 4 anni con ingaggio a salire a partire da 1,2 milioni, 500.000 euro subito e 8 milioni per il riscatto al Catania), ma non l'ha ancora ufficializzato perchè l'ex-Barcellona arriverà solamente in caso di fallimento della trattativa per l'Apache.

Queste le parole dell'amministratore delegato rossoazzurro Pietro Lo Monaco: "Maxi Lopez è virtualmente un giocatore del Milan, abbiamo detto al Fulham che non se ne farà più nulla. L'accordo è stato trovato nei giorni scorsi ed è stato formalizzato. Il Milan deve sistemare alcune cose prima di ufficializzare l'acquisto".

Per questo motivo Lopez è rimasto a Milano in attesa di qualche novità. Allegri lo vorrebbe subito a disposizione per il match di Coppa Italia di giovedì, ma probabilmente non sarà possibile. Nel frattempo non è da escludere che, per cautelarsi, il giocatore e la società possano ancora parlare con gli inglesi del Fulham.

Capitolo Tevez: lo sceicco Al Mansour è furioso nei confronti dell'argentino e pare intenzionato a farlo rientrare il prossimo 1 febbraio per farlo allenare con la squadra delle riserve. Il magnate non ha ancora digerito il rifiuto al Psg e la prospettiva di poter incassare 37 milioni di euro (pare anche che sia stata offerta all'argentino una buonuscita di 9 milioni di euro).

Il giocatore, intanto, non cambia idea, e fa nuovamente sapere di volere solamente il Milan. Galliani presenterà un'altra offerta ai Citizens: prestito per 11 mesi, sino al prossimo gennaio, ma continuando sulla falsa riga del diritto di riscatto e non dell'obbligo. E' l'ultima offerta possibile che potrà essere presentata: in mancanza di altri fondi, che sarebbero potuti arrivare dalla cessione di Pato, il Milan non può spingersi oltre.

Sullo stesso argomento