La Juve deve cedere 4 esuberi. Ma c'è anche da acquistare: ed in attacco Vucinic è in pole

Ci sono quattro giocatori in casa bianconera che rappresentano un lusso e che Marotta preferirebbe cedere, magari utilizzandoli come contropartita tecnica.
Calciomercato in Diretta su Goal.com - Clicca QUI
Segui Goal.com sui Social Network

In casa Juventus Beppe Marotta e Fabio Paratici non devono pensare solamente al mercato in entrata, ma anche a quello in uscita. Sono infatti quattro i giocatori che, per questione sia tecniche che di ingaggio, sono 'pesanti' a Vinovo. Stiamo parlando di Vincenzo Iaquinta (2,5 milioni netti all’anno, scadenza 2013), Amauri (4,2 milioni netti all’anno, scadenza 2013), Felipe Melo (2,6 milioni netti all’anno, scadenza 2014), e di Momo Sissoko (2,2 milioni netti all’anno, scadenza 2013). L'ideale sarebbe inserirli in qualche trattativa (in quella col Porto per Fernando o col Real Madrid per Diarra piacerebbe inserire Melo o Sissoko; per avere Vucinic dalla Roma potrebbe invece essere inserito Amauri, ma c'è anche chi parla di Marchisio o di Iaquinta), ma non è affatto facile. A centrocampo piace anche il 21enne del Rennes Yann M'Vila, che rappresenta un'alternativa al madridista Diarra.

In entrata, in attacco, invece la situazione non si è molto modificata da qualche giorno fa: per Sanchez, secondo quanto riportato oggi dalla Gazzetta dello Sport, si è fermi all'offerta di 30 milioni di euro più De Ceglie. Stessa cosa per Aguero: 35 milioni di euro, non i 45 previsti dalla clausola rescissoria. Anche per questo motivo l'obiettivo numero 1 in questo momento rimane Mirko Vucinic. Il giallorosso accetta la destinazione (ha rifiutato anche alcune proposte inglesi, tra le quali quella del Blackburn), ma è necessario convincere il ds giallorosso Walter Sabatini. In alternativa, secondo quanto riportato oggi da Tuttosport, si pensa al 23enne esterno del Valencia Juan Manuel Mata (costo del cartellino 25 milioni di euro) ma anche a due idee più suggestive e difficili da realizzare. Stiamo parlando dei due argentini di Lazio e Napoli Mauro Zarate ed Ezequiel Lavezzi.