thumbnail Ciao,

Il centrocampista ghanese parteciperà all'appuntamento di Ginevra in programma il prossimo 21 marzo. Intanto Abete elogia Tosel: "Ottima idea quella di non punire i rossoneri".

Kevin Prince Boateng sempre più icona della lotta al razzismo. Dopo la reazione agli ululati razzisti durante l'amichevole con la Pro Patria, poi sospesa, il centrocampista ghanese del Milan ha ricevuto l'invito dall'Onu a partecipare alla giornata internazionale per l'eliminazione delle discriminazioni razziali.

A renderlo noto è il sito ufficiale del club rossonero, che ha evidenziato come l'evento si terrà il prossimo 21 marzo a Ginevra e avrà come tema 'Sport e razzismo: diamo un calcio al pregiudizio'. Saranno coinvolte nell'appuntamento sia il quartier generale di New York che quello della città svizzera.

Nel frattempo, il presidente federale Giancarlo Abete elogia il giudice sportivo Tosel dopo la decisione di non sanzionare il Milan per aver abbandonato il campo durante il test di Busto Arsizio: "Anche in relazione alle recenti vicende è stata ottima la decisione presa dal giudice sportivo su Pro Patria-Milan. Nel mondo del calcio dev'essere nostro il motto: rispetto delle regole, ma anche rispetto dei rapporti umani".

Sullo stesso argomento