Is Arenas si prepara all'invasione rossoblù: 'sì' da Commissione Provinciale e Comune all'apertura integrale dell'impianto, ora il sogno di Cellino è compiuto del tutto

Sospiro di sollievo in casa Cagliari per la vicenda Is Arenas vicinissima a una felice conclusione: lo stadio aprirà integralmente ai propri sostenitori.
Dopo tante battaglie, sembra essere finalmente giunta a un esito positivo la battaglia del Cagliari per giocare a Is Arenas con tutti i settori dell'impianto aperti ai propri sostenitori. Secondo quanto riportato sull'edizione odierna del 'Corriere dello Sport', il sopralluogo effettuato dalla Commissione Provinciale a Is Arenas ha dato esito positivo.

Stesso esito per quanto riguarda il vertice in Comune, con il sindaco di Quartu Contini soddisfatto per aver riscontrato nella società Cagliari la piena volontà di adempiere a agli accordi presi in precedenza, relativi soprattutto alla gestione del traffico (bus navetta, aree blu...).

Ancora alcuni accorgimenti dovranno essere presi per rendere Is Arenas perfetto, ma secondo la Commissione i presupposti per aprire interamente l'impianto ai tifosi c'erano tutte. Il Cagliari nelle gare casalinghe sarà quindi accompagnato potenzialmente da 16.082 sostenitori - è questa la capienza massima dello stadio - decisamente un'altra musica rispetto alle partite precedenti, giocate a porte chiuse o con solo la curva e tribuna aperte.

Intanto la squadra si prepara alla sfida contro il Napoli dopo il punto d'oro rimediato a Milano contro l'Inter. Sarà tra i disponibili il brasiliano Nenè, uscito malconcio dal match contro i nerazzurri dopo lo scontro con Juan Jesus in cui ha avuto la peggio. Otto punti sulla fronte, già tolti dal medico sociale, e un vistoso ematoma sotto l'occhio, non sono bastati per metterlo k.o: ieri infatti si è allenato candidandosi per una maglia da titolare contro i partenopei.