thumbnail Ciao,

Il tecnico portoghese, ormai ai ferri corti con l'ambiente Real, starebbe pensando di tornare all'Inter e tenta Moratti. Intanto a Madrid Zidane sponsorizza Lippi.

Jose Mourinho è in difficoltà e bussa alle porte dell'Inter. Lo Special One, ormai ad un passo dal definitivo addio al Real Madrid, come riportato oggi da 'Tuttosport', starebbe infatti meditando il clamoroso ritorno in nerazzurro, in attesa magari di una chiamata da Parigi, oppure da Manchester, sponda City ovviamente.

Appare comunque difficile ipotizzare una rentrée di Mourinho ad Appiano, specie pensando al principesco ingaggio percepito attualmente dal portoghese, non certo alla portata di un'Inter ormai totalmente assorbita dal progetto relativo alla riduzione dei costi.

Le strade del mercato e le pretese economiche del portoghese portano dunque altrove, sebbene l'ipotesi Inter resti alquanto affascinante. I frequenti contatti tra Jorge Mendes, potentissimo procuratore di Mourinho, e Nasser Al-Khelaifi, presidente del Paris Saint-Germain, si starebbero infatti sempre più intensificando. A Parigi lo Special One troverebbe una situazione del tutto simile a quella del suo Chelsea, un club ricchissimo ma ancora in attesa di prendere posto al tavolo delle grandi d'Europa.

Situazione abbastanza simile si vive al City, dove la panchina di Roberto Mancini continua a scricchiolare sempre più pericolosamente. Qualora il tecnico di Jesi dovesse fallire pure l’obiettivo Premier, verrà certamente sollevato dall’incarico. E Mourinho non vedrebbe l'ora di prenderne il posto per tornare in Premier, pronto a sfidare nuovamente il maestro Ferguson.

Intanto anche in casa Real Madrid si comincia a pensare al futuro, e in tal senso nei giorni scorsi Zidane avrebbe consigliato a Florentino Pérez di rivolgersi a Marcello Lippi, suo ex tecnico ai tempi della Juventus, per un incarico a tempo fino a giugno. La sfida blanca è di certo affascinante, ed il tecnico toscano potrebbe anche decidere di abbandonare il suo buen retiro cinese e ributtarsi nella mischia del calcio europeo.

Quello di Lippi, però, non è certamente l’unico nome nella lista del presidente Pérez. Anzi. Ad oggi sono due tedeschi i favoriti per la panchina del Real della prossima stagione. Stiamo parlando di Joachim Löw e Jürgen Klopp. Gli ottimi risultati raggiunti da entrambi, ed il bel gioco mostrato in campo dalla nazionale tedesca e dal Borussia Dortmund, li pongono nettamente in pole per guidare Casillas e compagni dal prossimo giugno.

Sullo stesso argomento