thumbnail Ciao,

Real Madrid in difficoltà, capitan Casillas difende Mourinho: "Ingiusto fischiarlo, nel calcio c'è poca memoria"

Il portiere e capitano del Real Madrid ha commentato il momento poco felice della sua squadra, culminato con i fischi a Josè Mourinho nel match di ieri sera in Coppa del Re.

Nessuno avrebbe pronosticato una posizione in classifica così poco esaltante per il Real Madrid a questo punto della stagione. Il portiere e capitano Iker Casillas ha voluto spendere alcune parole per commentare il difficile momento della squadra, difendendo il proprio tecnico Josè Mourinho.

Intervenuto in un incontro pubblicitario questa mattina, l'estremo difensore spagnolo pensa già al delicatissimo derby contro l'Atletico Madrid, con i 'colchoneros' attualmente 8 lunghezze avanti: "Non ci aspettavamo di arrivare al derby con questo distacco, però credo che possiamo vincere e ridurlo a 5 punti. In questo momento noi dobbiamo soltanto pensare a vincere e sperare che davanti facciano dei passi falsi, per poter tornare a sperare di vincere la Liga".

Casillas attribuisce parzialmente le difficoltà in campionato al girone di ferro europeo: "Speravamo di essere più vicini alla vetta, ma non dobbiamo dimenticarci che abbiamo comunque passato il turno di Champions in un gruppo che non era facilissimo, adesso proveremo a migliorare in Liga".

Il capitano dei 'Blancos' si schiera nettamente a fianco del suo allenatore Josè Mourinho, preso di mira dai tifosi nell'ultimo match in Coppa del Re contro l'Alcoyano: "Per sabato scorso non voglio dare colpe all'allenatore, noi giocatori abbiamo grosse responsabilità. Non è giusto fischiare Mourinho, ma nel calcio c'è poca memoria, ci si dimentica che Mourinho ha dato tanto al Real, l'anno scorso ha vinto la Liga facendo un record di punti e di gol, e fino a pochi mesi fa per noi c'erano applausi, non fischi. Lo spogliatoio comunque ha fiducia in Mourinho al 100%, ci ha dato tanto e continuerà a darcene".