thumbnail Ciao,

L'argentino prende le distanze dal suo rivale CR7, che aveva dichiarato che se avesse potuto, avrebbe votato per sè stesso, ma nega la rivalità: "Non lotto contro di lui".

Nella conferenza stampa organizzata da EA Sports per il lancio del videogioco FIFA 13, che lo vede come testimonial, l'argentino del Barcellona, Lionel Messi è tornato a dire la sua sull'assegnazione del prossimo Pallone d'Oro. La 'Pulce' ha preso le distanze dalle parole del suo rivale principale, il fuoriclasse del Real MadridCristiano Ronaldo, che aveva dichiarato che se avesse votuto, avrebbe votato per sè stesso per l'ambito premio individuale.

"Confermo di aver votato per Xavi, Iniesta e Aguero. - ha rivelato - Non voterei mai per me e sarei molto felice se il Pallone d'oro lo vincesse uno dei miei compagni di squadra, anche loro lo meritano, senza di loro, per esempio non avrei mai vinto la Scarpa d'oro".

Il numero 10 blaugrana ha poi smentito, però, la rivalità con il campione portoghese. "La rivalità con Ronaldo? Io non lotto contro Cristiano, cerco solo di fare del mio meglio col Barça e con l'Argentina. I miei obiettivi sono migliorare e cercare di vincere di nuovo tutto quello che abbiamo già vinto".

Tra tutti i possibili trofei da vincere quest'anno con il Barcellona, Messi spera di tornare a trionfare in Champions League. "Sappiamo che è difficile perché ci sono le squadre migliori d'Europa in gioco - ha spiegato - ma lavoriamo per vincerla".

Chiusura sul suo contratto, con le voci di un possibile rinnovo che si rincorrono da alcune settimane. "Il contratto non mi preoccupa - ha assicurato il fenomeno argentino - non c'e' alcun problema, so quello che voglio". EA Sports ha consegnato a Messi un assegno da 250 mila euro per la sua fondazione, corrispondente a quanto incassato dalla ditta per i download generati dall'argentino.

Sullo stesso argomento