thumbnail Ciao,

Il centrocampista parla dell'eterna lotta al vertice con le 'Merengues' e in ottica Nazionale 'consiglia' Del Bosque: "Giovani come Morata devono avere delle opportunità".

E' un Cesc Fabregas a 'ruota libera' quello che parla alla vigilia dell'amichevole della Spagna contro Panama (dove collezionerà la presenza numero 75 con la 'Roja'). Il centrocampista dice la sua sull'eterna lotta al vertice tra Barcellona e Real Madrid, sul duo Messi-Vilanova e 'consiglia' il ct Del Bosque in ottica Nazionale.

"Il Real Madrid è una di quelle squadre che può sempre vincere, anche all'ultimo minuto, ecco perchè dobbiamo restare concentrati", ha affermato a 'Onda Cero' il blaugrana sulla sfida nella Liga con la squadra di Mourinho lanciando una sorta di 'avvertimento' ai compagni.

Il Barça, secondo Fabregas, ha in Messi e Vilanova due certezze: "Io e Lionel abbiamo iniziato a giocare insieme a 13 anni e ci sono molte cose che ci legano, è un grande giocatore e un grande compagno, che vuole portare la squadra in cima al mondo. Tito è un grande allenatore con idee di gioco simili alle nostre: con lui stiamo andando alla grande; con calma troveremo il nostro assetto".

Per quanto riguarda le 'Furie Rosse', il centrocampista crede fermamente nella 'linea verde': "Ognuno ha la propria storia e fa le proprie scelte, quello che deve succedere poi succederà, ma Morata in 5 minuti ha fatto un goal la volta scorsa. Certe volte succedono delle cose senza che ci sia una spiegazione, ecco tutto, per questo i giovani devono avere delle opportunità".


Sullo stesso argomento