thumbnail Ciao,

Il difensore spagnolo è rientrato in campo nel secondo tempo della sfida col Deportivo con sotto la maglia di Ozil, malamente sostituito da Mou nel corso dell'intervallo.

Non c'è pace al Real Madrid. La già decisiva sfida col Barcellona si avvicina, ma la Casablanca deve anche pensare alle proprie sfide interne. In primis quella tra Sergio Ramos e Mourinho, sempre più in rotta di collisione dopo il gesto provocatorio dello spagnolo nel corso del match col Deportivo La Coruna.

A svelarlo ci ha pensato il sempre attento 'Marca', che non poteva farsi sfuggire un'occasione del genere. Ramos, infatti, è rientrato in campo nel secondo tempo con sotto la maglia numero 10 di Ozil, malamente criticato e sostituito da Mou nel corso dell'intervallo.

L'idea del difensore era probabilmente quella di sodalizzare col compagno mostrando la sua maglietta in caso di goal. Una scelta che conferma una volta di più quanto siano discordanti le idee dello spagnolo con quelle del tecnico portoghese, che lo aveva già lasciato fuori nel match di Champions col Manchester City per aver espresso il suo pensiero in merito alle aspre critiche rivolte da Mou nei confronti dei compagni.

Tramite il proprio account 'Twitter', però, Sergio Ramos ha provato a definire la propria posizione: "Vorrei chiarire un paio di cose prima di sentire altre bugie - ha tuonato - Mesut è un grande amico e tempo fa gli avevo promesso che gli avrei dedicato il mio primo goal stagionale. Il mio rapporto con Mourinho è onesto e chiaro. Secondo me è il miglior allenatore". Passo indietro o semplicemente un clamoroso qui pro quo?

Oggi, in occasione del match di Champions all'Amsterdam Arena con l'Ajax, Mourinho è atteso in conferenza stampa dove verrà quasi sicuramente interrogato sulla questione. Una cosa però è certa: tra i piagnistei di Cristiano Ronaldo e le bizze di Sergio Ramos, al Real Madrid la situazione è tutt'altro che 'blanca'.

Sullo stesso argomento