thumbnail Ciao,

Può essere tranquillamente definita la domanda del secolo, gli estimatori dell'argentino e del portoghese si dividono in tutte le parti del mondo. Cristiano,però, ha la risposta...

Oggi è la vigilia della partita più attesa da tutte le squadra europee, la vigilia della finalissima di Champions League tra Bayern e Chelsea. Tuttavia, a giocarsi la coppa dalle grandi orecchie non ci saranno le due squadre che all'unisono vengono ritenute le più forti del pianeta Terra: Barcellona e Real Madrid. Niente ennesima sfida fra Crisitano Ronaldo e Messi, nessun paragone. Riusciremo mai a decidere chi è il più forte?

Ci ha pensato lo stesso Ronaldo a chiarire la questione: "Alcuni credono che io sia il migliore - ha dichiarato il portoghese ai microfoni della CNN- altri che lo sia Messi, ma alla fine bisognerà decidere chi dei due è il miglior giocatore". Bravo Cristiano, ma allora dicci tu chi è il più forte: "Al momento...credo di essere io", la risposta di CR7 accompagnata da un risata che maschera, ma non troppo, la sua convinzione.

Tuttavia il continuo confronto tra i due ha un pò scocciato il portoghese. "A volte (i paragoni con Messi) mi stancano...Credo sia così anche per lui, perchè ci mettono a paragone tutte le volte. Non si può paragonare una Ferrari con una Porsche perchè si tratta di due motori diversi. E' un paragone che non si può fare."

Insomma, un Clasico nel Clasico... " Lui fa le cose migliori per il Barcellona, io le faccio per il Real Madrid. Credo che ci motiviamo a vicenda, questo è il motivo per cui la competizione è così alta.Questa è la ragione che rende il Barcellona e il Real Madrid le due migliori squadre al mondo. Ognuno spinge l'altro a fare meglio, non solo io e Messi ma tutti i giocatori delle due squadre".

Però Cristiano è il Diavolo, mentre Leo è l'Acqua Santa. "A volte bisogna indossare una maschera. Non puoi sorridere tutte le volte. E' impossibile. Io non sono fatto così e le persone non mi conoscono veramente. Lo faccio perchè non voglio che ogni persona mi conosca, solo gli amici...Insomma, i miei compagni di squadra. Loro mi conoscono veramente. Delle altre persone, per essere onesti, non mi interessa nulla".

Infine un accenno alla finale di Champions: "Tutti pensano che il Bayern vincerà facile, ma dimenticano che il Chelsea ha fatto fuori il Barça. Sarà una grande partita, i blues sanno difendersi molto bene. Il mio rigore sbagliato in semifinale? Uno dei giorni peggiori della mia carriera".

Sullo stesso argomento