thumbnail Ciao,

L'ivoriano confessa di trovarsi benissimo nel club dello sceicco Mansour, giura amore eterno ai 'Citizens', e vede altre vittorie nel suo futuro.

Yaya Tourè e il Manchester City, un binomio sempre più indivisibile. Il 29enne centrocampista ivoriano, idolo dei tifosi dei 'Citizens' da più di due stagioni, giura amore eterno al club inglese e afferma di voler chiudere la propria carriera a Manchester.

Acquistato dal Barcellona nell'estate del 2010, è diventato una delle colonne portanti della squadra di Mancini. L'anno scorso fu uno dei trascinatori al successo in Premier League, che mancava da 44 anni.

Non pago delle numerose vittorie conquistate finora, Tourè si sente enormemente responsabilizzato e continua a lavorare con impegno per raggiungere nuovi traguardi: "Nessuno sa cosa può succedere nel calcio, ma il mio desiderio è quello di chiudere la carriera qui.

Quando sono arrivato in città, ogni volta che andavo a dormire sognavo di poter vincere qualcosa e speravo di poter aiutare la squadra a diventare la migliore in tutte le competizioni. Devo lavorare di più per migliorarmi e per rimanere ad alti livelli con questo club. Darò tutto me stesso perchè ciò accada, lo devo ai tifosi, che mi hanno accolto in un modo incredibile, dimostrandomi affetto fin dal primo giorno."


L'obiettivo principale è quello di vincere il più possibile con la maglia degli 'Sky blues' di Manchester: "La vittoria della Premier dell'anno scorso è solo il primo di tanti trofei. Siamo solo all'inizio del nostro cammino, vogliamo fare la storia e questa era l'unica idea che ho avuto dal momento in cui ho firmato.

Ci sono ancora tanti capitoli da scrivere, non ci fermeremo. Sono felice di giocare in questa squadra, di fronte ai tifosi più calorosi che abbia mai trovato. Sogno di vincere tutto, il club vuole migliorarsi continuamente e io voglio finire la mia carriera al City."


Sullo stesso argomento