thumbnail Ciao,

Il tecnico dei Citizens su Supermario dopo la rete al Wigan: "Ha semplicemente fatto quello che sa e può fare, deve ancora migliorare".

Ci ha messo un po' per trovare il suo primo goal della stagione in Premier League, è valso al Manchester City tre punti fondamentali per restare aggrappati allo United. Ora, Mario Balotelli, farebbe bene a non fermarsi più. Perchè da uno come lui ci si aspetta sempre la giocata decisiva, ogni settimana, con costanza e autorità. Per crescere, come è necessario, senza pensare a gossip e sirene di mercato.

Quelle sirene di mercato che Roberto Mancini, subito dopo l'incontro con il Wigan, ha voluto allontanare per l'ennesima volta, senza troppi giri di parole, con tono perentorio: "Non è vero che Mario è sul mercato e potrebbe cambiare squadra a gennaio". Milan e Inter, per inciso, le corteggiatrici tirate in ballo in Inghilterra.

"Sono felice per lui perchè ha segnato il primo goal della stagione in Premier ed è stato importante - ha proseguito il Mancio, sempre attento nel dosare con attenzione bastone e carota -. Penso che possa fare molto meglio però, deve continuare a migliorare. Non ha giocato bene, ha semplicemente fatto quello che può fare".

L'esortazione, comunque, riguarda in generale tutti gli attaccanti del City: "Abbiamo quattro attaccanti di livello top, ma stanno avendo qualche difficoltà in più a segnare rispetto alla passata stagione. Spero possano cambiare le cose".

"La stagione è ancora lunga", ha chiosato. Sono le partite decisive, quelle che stanno arrivando. Le partite in cui Mario Balotelli ha dimostrato di saper fare la differena. Le partite in cui lo aspetta Roberto Mancini.

Sullo stesso argomento