thumbnail Ciao,

L'ex centrocampista di Milan e Juventus si è concesso una lunga intervista al 'Daily Mirror', nella quale ha parlato dei suoi ex allenatori e (non troppo bene) di Mancini.

A 39 anni il 'Pitbull' non pensa ancora ad appendere gli scarpini al chiodo. Edgar Davids si diletta quindi a fare l'allenatore-giocatore del Barnet, squadra inglese militante in League Two (la nostra Lega Pro Seconda Divisione). L'ex Milan, Inter e Juventus, intervistato dal 'Daily Mirror', ha parlato dei suoi ex allenatori con un occhio di riguardo per Roberto Mancini.

"Ho avuto tanti grandissimi allenatori in carriera - esordisce Davids - , ma non mi sento di eleggere il migliore. Van Gaal, per esempio, era il più bravo a preparare le partite, Lippi sapeva come ricavare il massimo dai propri giocatori, mentre Capello è stato un maestro di tattica, mi ha insegnato il 4-4-2 e come mettere pressione alla squadra".

Ed eccoci arrivati alle note dolenti..."Rijkaard non è stato un buon allenatore, ma un ottimo manager quello sì, qualità che invece manca alla grande a Mancini, che non sa come gestire le persone. Ma non voglio dire niente di negativo su nessuno e non voglio parlare di Mancini, anche perché non c'erano poi così tante cose positive".

Parole non troppo belle per tenico del Manchester City, che continua a non farsi molti amici tra i confini inglesi. Che debba imparare qualcosa da Davids su come si allena?

Sullo stesso argomento