thumbnail Ciao,

Il capitano del Chelsea, che rientrava contro il Liverpool, dalla squalifica, è andato a segno ma successivamente è dovuto uscire a causa di un infortunio al ginocchio.

Il Chelsea, dopo il pareggio ottenuto in casa contro il Liverpool, è in ansia per il suo capitano John Terry. Terry, alla prima partita ufficiale dopo aver scontato le 4 giornate di squalifica per gli insulti razzisti rivolti ad Anton Ferdinand, aveva cominciato nel migliore dei modi, siglando il goal dell'1-0.

Solamente un quarto d'ora dopo però ecco il fattaccio: in uno scontro con Suarez il suo ginocchio destro fa un movimento innaturale. JT cade per terra, e rendendosi subito conto della possibile gravità di quanto accaduto, si mette le mani nei capelli mentre viene trasportato a bordo campo.

Solamente gli esami ai quali verrà sottoposto nella giornata di lunedì diranno se si tratta di un infortunio grave o se sarà qualcosa di più facilmente recuperabile nel giro di settimane. A bordo campo, visibilmente triste, Terry è stato consolato dal suo manager Roberto Di Matteo, che ha così parlato nel post-partita.

"Dobbiamo aspettare che il ginocchio sgonfi un po' prima di vedere di che cosa si tratta. In questo momento il ragazzo si trova ancora a Stamford Bridge. Sono veramente molto triste per lui, speriamo vivamente che non si tratti di una cosa seria".

Sullo stesso argomento