thumbnail Ciao,

Tragedia nel corso di San Josè-Corinthians: un ragazzo di 14 muore per un petardo lanciato dai tifosi brasiliani

Kevin Douglas Beltran Espada, un ragazzo di 14 anni, è stato colpito da un petardo ed è purtroppo deceduto a seguito delle ferite riportate.

Doveva essere una serata di sport, si è trasformata in una tragedia. Il tutto è avvenuto all'Estádio Jesús Bermudez di Oruro, in Bolivia, dove si stava giocando una partita di Copa Libertadores tra il San Josè ed il Corinthians.

Kevin Douglas Beltran Espada, un ragazzo di 14 anni, è stato colpito da un petardo ed è purtroppo deceduto a seguito delle ferite riportate. Il ragazzo, studente di scuola superiore di Cochabamba, è venuto a mancare nel corso del trasferimento in ambulanza, così come confermato dalla Croce Rossa: "E' morto mentre veniva trasportato nell'ospedale di Oruro che si trova al centro della città".

Il dottor Josè Maria Vargas, uno dei soccorritori, ha spiegato: "Il tessuto celebrale è stato danneggiato dal proiettile, un pezzo di plastica ha attraversato la cavità cranica, la morte è stata quasi immediata, non c'è stato nulla da fare".

L'episodio ha ovviamente creato apprensione allo stadio con i tifosi boliviani che hanno urlato cori del tipo "Assassini, assassini" contro quelli brasiliani, nonostante tutto però, si è deciso di non sospendere la partita, cosa che ha fatto e sta facendo discutere molto.

Preoccupazione c'è stata anche per i giocatori del Corinthians che a fine match si sono trasferiti in albergo scortati dalla polizia. Nove tifosi brasiliani, tra cui una donna, sono stati arrestati, il club ora rischia di essere escluso dalla competizione.

Sullo stesso argomento