thumbnail Ciao,

L'ex centrocampista della Juventus e della Nazionale azzurra aveva posto fine nel 1994 alla carriera di Roberto Pizzo, un suo avversario, che per questo fece causa contro di lui.

Ci sono voluti oltre 17 lunghi anni perché la giustizia argentina si esprimesse in maniera definitiva sul caso Camoranesi. L'ex giocatore della Juventus, campione del Mondo a Berlino 2006 con la Nazionale azzurra, infatti, nel lontano 1994 aveva posto fine alla carriera di un avversario, Roberto Pizzo, abbattuto con un intervento killer (clicca qui per vedere il VIDEO)in una partita della Mar de la Plata League, quando giocava con la formazione dell’Alvarado.

La Corte Suprema di Buenos Aires ha condannato l’ex giocatore della Juventus al risarcimento di 200 mila pesos, corrispondenti a circa 33 mila euro, più interessi, confermando il verdetto del Tribunale di Mar del Plata del 2010.

Pizzo fu costretto ad andare sotto i ferri e rientrò in campo solo dopo una lunghissima rieducazione. Per questo fece causa al giocatore della Juventus, che ora è stato condannato dopo tanti anni.

“Se non è possibile definire intenzionale l'atto (di Camoranesi) – affermava la sentenza del Tribunale di Mar del Plata ora confermata dalla Corte – esso denota tuttavia una notoria malaccortezza, un eccesso nella pratica sportiva anormale ed evitabile”. Camoranesi, che milita attualmente nel Racing Club, è ormai alla fine della sua carriera da calciatore.

Sullo stesso argomento