thumbnail Ciao,

Livorno-Modena 1-2: Sorpresa al 'Picchi', Lazarevic-Ardemagni firmano il secondo ko di fila dei labronici

L'esterno offensivo degli emiliani sblocca il risultato alla mezz'ora, i toscani trovano il pari a inizio ripresa con un penalty di Dionisi ma capitolano a cinque dalla fine.

Sorpresona al "Picchi" nel match delle 18. Il Livorno incappa nella terza sconfitta interna di questa sua fortunata stagione, dopo quelle rimediate con Verona e Spezia. Ad infliggerla un Modena capace di vincere 2-1 e tornare al successo nella giornata meno attesa. Un ko pesante per il Livorno che domani può vedersi piombare addosso il Novara, mentre i 'canarini' trovano tre punti di platino nella corsa ai playoff.

FORMAZIONI - Nel Livorno Nicola ha l'organico decimato dagli infortuni. In porta al posto di Fiorillo c'è il ritorno di Mazzoni, in difesa manca Ceccherini, a centrocampo Luci e Schiattarella. Il tecnico amaranto rimedia inserendo Lambrughi in retrovia e la coppia Salviato-Gentsoglou in mezzo con Belingheri trequartista. Bomber Siligardi parte dalla panchina. Nel Modena c'è il rientro di Lazarevic mentre l'ultimo arrivato Mazzarani parte dalla panchina. Marcolini dispone i Canarini secondo un 4-3-3 che in fase di non possesso si trasforma in un coperto con 4-5-1 con Lazarevic e Piscitella che arretrano sulla linea mediana.

PRIMO TEMPO - Si parte con il Livorno più intraprendente ma senza pericoli per Colombi. La prima nota di cronaca arriva al 18' con l'infortunio di Belingheri. Nicola lo rileva con Dell'Agnello ed il conseguente passaggio al 4-3-3. La gara continua con un sostanziale equilibrio ma senza alcuna emozione.

Quando meno te lo aspetti la gara si apre al 33', merito del folletto Lazarevic che al termine di una bella azione personale infila l'incolpevole Mazzoni. Gli amaranto provano a reagire ma non riescono mai a essere pericolosi dalle parti di Colombi.

SECONDO TEMPO - Si riparte e dopo appena 120 secondi ecco la prima emozione, fallo di Moretti su Dionisi e calcio di rigore che lo stesso Dionisi realizza con un rasoterra alla destra di Colombi. La partita si accende, le due squadre giocano per superarsi, la gara diventa la bella copia di quella vista nella prima frazione.

Ci provano Ardemagni, bravo Mazzoni, e Salviato, in mischia. A metà ripresa si vedono i cambi, Nicola inserisce Bigazzi, per Marcolini dentro Pagano. Le due squadre cercano la vittoria, le occasioni si susseguono ed al 40' il gol lo trova il Modena con Ardemagni che con un bel piattone infila l'incolpevole Mazzoni.

CHIAVE - La zampata di Ardemagni a 5' dalla fine è di certo la giocata che regala a Dario Marcolin il ritorno a quel successo che in casa emiliana mancava da ben quattro giornate.

MOVIOLA - Tanti gli episodi da rivedere, in primis il rigore concesso ai padroni di casa ma anche quelli reclamati dai Canarini per un fallo di Bernardini su Ardemagni e dai padroni di casa per un intervento di Zoboli su Dell'Agnello.

Sullo stesso argomento