thumbnail Ciao,

L'attaccante neroverde era risultato positivo al tuaminoeptano in occasione della gara contro il Livorno. La società si aspettava lo stesso trattamento riservato a Cottafava.

La sentenza ha parlato: Leonardo Pavoletti, attaccante del Sassuolo, è stato squalificato per 40 giorni con decorrenza retroattiva al 15 gennaio per la positività al tuaminoeptano in occasione della gara disputata a Livorno il 26 dicembre scorso.

Notizia totalmente inaspettata in casa Sassuolo che faceva leva sul precedente riguardante Cottafava che, al contrario, era stato prosciolto dall'accusa di doping in quanto comunicò al tribunale anti-doping l'assunzione di farmaci.

Questo il comunicato del Coni:

"Il Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare a carico di Leonardo Pavoletti, visti gli artt. 2.1 e 10.4 del Codice WADA, afferma la responsabilità dello stesso in ordine all’addebito ascrittogli e gli infligge la sanzione della squalifica per 40 giorni e, dedotto il presofferto, con decorrenza dal 15/01/2013 e scadenza al 23/02/2013.

Condanna altresì Pavoletti al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfettariamente in euro 2.000 (duemila).

Pavoletti era stato deferito dall'Ufficio di Procura Antidoping per il riconoscimento della responsabilità in ordine alla violazione dell’art. 2.1. del Codice WADA in relazione alla positività per presenza di Tuaminoeptano, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla FIGC d’intesa con CONI-NADO al termine della gara del Campionato Serie B, Livorno- Sassuolo, disputata a Livorno il 26 dicembre 2012".

Sullo stesso argomento