thumbnail Ciao,

Tesser in conferenza stampa ha parlato dell’imminente trasferta di Verona, dove incontrerà la squadra meglio attrezzata del campionato.

Trasferta complicata per il Novara che dovrà affrontare una delle favorite per il salto in A, alla vigilia dell’incontro, Attilio Tesser, nella conferenza stampa prepartita si è detto pronto per la gara: "L’impegno in settimana non è mai mancato, si è cercato di lavorare bene e ritengo che questa partita sia stata preparata bene. Domani sera dovremo far scendere in campo le nostre motivazioni e la nostra voglia di fare qualcosa di importante".

Il calendario non è certamente favorevole per il Novara che subito dopo il Verona dovrà affrontare lo Spezia, altra super favorita del torneo: "Penso che il Verona e lo Spezia possano essere considerate le due squadre più forti del campionato.

Senza togliere ovviamente nulla a compagini quali Sassuolo, Livorno e Varese, che stanno facendo molto bene finora, ritengo che queste due abbiano un organico più completo e possano essere considerate le due favorite. Noi le affrontiamo nell’arco di pochi giorni, e sono prove importanti anche per noi, per misurarci, per confrontarci con queste squadre. Vedremo loro cosa sono capaci di far, ma quello che conta è ciò che facciamo noi, quello che noi riusciremo a mettere in campo".

Attendere il verdetto del campo. E' questa la filosofia di Tesser. E soprattutto giocare il proprio calcio senza subire gli avversari, ciò può diventare ancora più semplice grazie al ritorno di Gonzalez in rosa, salutato senza troppe polemiche: "A Verona non scenderemo in campo per subire l’avversario e puntare sul contropiede.

Non fa parte della mia mentalità. Noi andiamo a Verona per giocare il nostro calcio. Non andiamo a Verona per subire il Verona. Chiaro che hanno anche loro le loro stelle, a cominciare da Jorginho in mezzo al campo, per continuare con le tre punte davanti, Cacia, Rivas e Gomez. Ma è tutta la squadra che è molto valida".

Sullo stesso argomento