thumbnail Ciao,

"Le tre sconfitte hanno condizionato i giocatori - afferma il tecnico, tornato in Romagna dopo due anni - Ma anche gli umbri non stanno bene: vogliamo sfruttare i loro problemi".

Aria di palpitazione a Cesena: inizia ufficialmente domani il Bisoli-bis. Il tecnico che portò i romagnoli a una storica doppia promozione dalla serie C alla serie A, prima di perdersi tra Cagliari e Bologna, è tornato. E farà il suo secondo esordio domani pomeriggio, al Liberati contro la Ternana.

Il match, valevole per il quarto turno di serie B, vale già tantissimo per i bianconeri. Sbertucciati a suon di gol da Sassuolo, Vicenza e Novara, il Cesena è mestamente a quota zero. E Bisoli, nella conferenza stampa della vigilia, ammette le difficoltà: "Ho trovato un gruppo mentalmente sotto pressione: bisogna avere pazienza".

L'impegno, però, è totale, stando a sentire le parole dell'allenatore: "I ragazzi hanno una grande voglia di lavorare. Per cui a Terni andiamo per giocarcela. I nostri avversari hanno mantenuto lo spirito della serie C, giocano corti e aggressivi, ma vengono anche loro da tre sconfitte. Per cui cercheremo di sfruttare i loro problemi".

"Credo che giocherò con una difesa a tre -
continua Bisoli - con Rossi e Ceccarelli sugli esterni. In attacco mi tengo il dubbio tra D'Alessandro e Defrel, mentre in mezzo al campo Iori sarà rimpiazzato da Meza Colli". Idee chiare per tentare di raddrizzare una stagione nata sotto il segno sbagliato.

Sullo stesso argomento