thumbnail Ciao,

Il presidente dell'organizzazione cadetta delinea le iniziative in programma: da "B futura" a "B solidale", rincorrendo il sogno di un calcio diverso.

Andrea Abodi è sempre stato un fiume di idee. Ma questa mattina, al Master in "Economia e Management dello Sport", organizzato dalla Business School de 'Il Sole 24 Ore' e dal 'Corriere dello Sport', pareva non riuscire a contenerle tutte. Il presidente della Lega Serie B è intervenuto per presentare agli studenti i progetti dell'organizzazione di cui è a capo.

Abodi ha parlato di un campionato, quello di B, diverso. Dove si punterà sempre più sui giovani, innanzitutto: nell'ultima stagione l'età media dei calciatori è stata di 23 anni e mezzo, un successo. "Ma vogliamo puntare anche sull'italianità, continuando a fornire giocatori all'Under 21 e all'Under 23, e sul radicamento al territorio. Tradizione e innovazione sono due facce della stessa medaglia, ne siamo convinti".

Tante le iniziative in cantiere della Lega. Come il progetto "B futura", che aiuterà il calcio italiano a migliorare le proprie, fatiscenti infrastrutture mediante uno sviluppo tecnologico.

O Come il progetto "B solidale", dedicato a iniziative di carattere sociale. Per contribuire all'uscita dalla crisi del movimento-calcio, insomma, possono rivelarsi preziosi anche aiuti di... serie B.

Sullo stesso argomento