thumbnail Ciao,

La patologia è la prima causa di arresto cardiaco negli sportivi di alto livello. La malformazione è la stessa che ha causato il decesso nel 2007 dello spagnolo Puerta.

Cardiomiopatia aritmiogena: emerge finalmente un responso preciso dalla perizia chiesta dalla Procura di Pescara per chiarire le cause della morte di Piermario Morosini, centrocampista del Livorno deceduto in campo all’improvviso lo scorso 14 aprile, dopo essersi accasciato al suolo nel corso della gara di Serie B fra il Pescara e la formazione toscana.

A determinare la morte del giovane sarebbe stata dunque la causa più frequente di arresto cardiaco negli sportivi di alto livello. Fu sempre una cardiomiopatia aritmiogena, infatti, a causare il decesso del difensore del Siviglia Puerta, morto nell’agosto 2007. La patologia è spesso di carattere ereditario.

Secondo quanto emerge dalla relazione di 250 pagine del professor D’Ovidio, medico incaricato di far luce sulla morte del calciatore, nel caso di Morosini la malformazione era ancora in una fase iniziale.




Sullo stesso argomento