thumbnail Ciao,

Niente da fare per il Verona che, dopo un'ottima annata, ha ceduto ieri il passo al Varese nelle semifinali dei playoff. Il futuro di Mandorlini è incerto.

Il Varese in finale per la Serie A, il Verona rimane in Serie B. Questo il verdetto sancito dal campo nelle semifinali dei playoff valide per la promozione nella massima serie.

Andrea Mandorlini, tecnico dell'Hellas, rivela tutta la sua delusione colpevolizzando l'inadeguatezza dell'arbitraggio ricevuto nella gara decisiva: "Un errore arbitrale, ancora una volta, non ci ha permesso di continuare il nostro cammino.

Avevamo rimontato e giocato una partita incredibile ma non è bastato: ci hanno negato due rigori. Massa andrà a dirigere le partite della Serie A, ma son curioso di vedere come si comporterà quando dovrà arbitrare Inter e Milan, vista la personalità dimostrata nel non concederci due penalty di fronte a tanta gente. A Milano ce ne sarà ancora di più..."


L'amarezza è tanta e lo sfogo prosegue. "Il rigore era netto, lì si è chiusa la nostra partita. Voglio fare i complimenti al Varese percè si è dimostrata squadra tosta e valida, però non meritavamo di uscire. Abbiamo sbagliato noi a Varese, ma qualcun altro ha sbagliato a Verona. Eravamo in vantaggio, avevamo preparato ottimamente la partita. Gli episodi ci hanno dato contro".

Il contratto lega il tecnico al Verona, il futuro è però incerto. "So che ci saranno dei cambiamenti societari. Sono legato al Verona, al momento, però, sono troppo amareggiato per parlare del mio futuro".

 

Sullo stesso argomento