thumbnail Ciao,

Finisce 2-5 con doppietta di Sansone, doppietta di Boayke e rete di Masucci per i ragazzi di Pea. Di Greco e Fabinho i goal del Modena.

Finisce con una “manita” del Sassuolo sul Modena il derby della Ghirlandina. Si sentono ancora gli echi della notte di Halloween sul prato del Braglia con gli uomini di Bergodi che vedono le streghe ad ogni assalto dei neroverdi. Prova gravemente insufficiente per tutti i Gialli, diametralmente opposto il giudizio per il Sassuolo, macchina perfetta proiettata sempre con più convinzione verso i piani alti della classifica. Finisce 2-5 con doppietta di Sansone, doppietta di Boayke e rete di Masucci per i ragazzi di Pea. Di Greco e Fabinho i goal del Modena. 

FORMAZIONI –  Bergodi conferma la squadra che ha espugnato il Del Duca, nel Sassuolo si riprendono una maglia da titolare Marzoratti e Magnanelli, gli storici ex Bruno e Troiano ancora fuori per infortunio. 

PARTITA –  La stracittadina modenese inizia con i canarini proiettati in avanti che sfiorano il vantaggio già al 2’ con Turati il cui tap in su respinta del tiro di Carini viene neutralizzato da Pomini. Partita dal ritmo “pimpante” con una buona alternanza di azioni pericolose da entrambe le parti. Il Sassuolo reclama un rigore al 10’ quando Turati si scontra in area con Sansone che protesta concitatamente, ma il direttore di gara Tozzi opta per far continuare a giocare.

Modena decisamente più falloso degli avversari che passano in vantaggio proprio su calcio di punizione al 13’: Turati interviene male su Boayke. Si incarica del tiro Sansone, Caglioni non trattiene, la palla gli scivola dalle mani ed entra in rete. Il Sassuolo ha la supremazia del centrocampo, fa girare molto la palla e il Modena ne risente parecchio in fase di impostazione.

Il probabile colpo di grazia per i canarini arriva al 30’ quando Carini stende in area Sansone (davvero incontenibile oggi). Lo stesso n°12 neroverde si incarica del tiro dal dischetto, niente da fare per Caglioni. E’ 2-0 per il Sassuolo. Il Braglia rumoreggia soprattutto per la scarsa qualità di gioco espressa dai Gialli che aspettano troppo l’avversario, non hanno idee e sbagliamo troppo a centrocampo. 

Bergodi cerca di metterci una pezza inserendo Ciaramitaro e togliendo Giampà, ma non è che ottenga chissà cosa anzi durante il primo ed unico minuto di recupero Boayke salta tutta la difesa canarina e insacca  il goal del 3-0.

Bergodi inserisce De Vitis per Dalla Bona. Il Modena cola a picco al 52’ quando incassa il quarto goal: calcio d’angolo per i Gialli deviato di testa dalla difesa del Sassuolo, la palla arriva a Magnanelli che lancia da 50 metri per Sansone che ridicolizza Jefferson, serve al centro Boaykye che di piatto insacca. Nel Sassuolo escono Sansone e Laverone ed entrano Masucci e Consolini. Nel Modena entra Gilioli ed esce Stanco.

Il ritmo cala vertiginosamente anche se il Modena tenta una timida reazione e segna la sua prima rete al 68’con colpo di testa di Greco su punizione di Gilioli. Boakye al 73’ semina ancora il panico in area (deserta a dire il vero) gialloblu, il solo Nardini riesce a tenergli testa, il ghanese riesce comunque a tirare, ma Caglioni stavolta non sbaglia.

Si accendono i riflettori, ma il buio cala sul prato del Braglia per gli uomini di Bergodi che al 78’ incassano il quinto goal da Masucci. La curva ironica inneggia ad un sicuro approdo in Serie A, mentre la tribuna si spopola.  Il Modena va ancora in goal con Fabinho, ma non ferma la contestazione ironica dei tifosi. Sassuolo perfetto in ogni reparto, Modena completamente in confusione.   

CHIAVE –  Il Sassuolo domina il centrocampo, impone il proprio ritmo all’avversario e lo surclassa sia in fase offensiva che difensiva

CHICCA –  A quasi dieci giorni dalla scomparsa di Marco Simoncelli ancora tanti gli striscioni e i cartelli che ricordano con affetto il simpaticissimo Super Sic. 

MOVIOLA –  Sansone reclama un rigore al 30’ dopo aver subito fallo da Turati, Tozzi lascia giocare. Fischia invece al 30’ quando è Carini ad atterrare sempre Sansone in area. Al 47’ è il Modena che chiede il penalty per fallo di mano in area, ma viene ignorato. Accenno di rissa al 69’ sedato da Tozzi con un giallo a Perna e uno a Magnanelli.

TATTICA –  4-4-2 ancora una volta per Bergodi, ritorno al 4-3-3 per Pea. Bergodi inverte le fasce di competenza di Fabinho e Nardini.  

PROMOSSI&BOCCIATI –  Non si salva nessuno nel Modena (voto: 4) che perde in modo indegno il derby per 5-1. Tutto il collettivo si merita un’insindacabile insufficienza, aggravata dalle convinzioni tecnico tattiche del mister Bergodi. Boayke (voto 7.5) semina il panico ogni volta che tocca la palla, segna due reti e va vicino alla tripletta. All’uscita dal campo tutto lo stadio lo applaude. 

Pomini (voto: 6) nessuno merita l’insufficienza in questo Sassuolo che è una macchina perfetta, ma l’estremo difensore ha sicuramente il voto più basso in pagella perché il Modena fa solo un vero tiro pericoloso verso la sua porta e la lascia passare. 

Sullo stesso argomento