Totti e i Campioni del Mondo 2006: Buffon, Barzagli, Pirlo e De Rossi ancora al top, in nove hanno detto basta

Il capitano giallorosso potrebbe tornare a vestire la maglia azzurra dopo il Mondiale vinto, ma analizziamo le attuali situazioni di tutti i protagonisti della spedizione tedesca.

Vengono ancora i brividi nel ripercorrere i momenti salienti del Mondiale 2006, che ha visto trionfare l'Italia di Lippi: dalla pazzesca semifinale con la Germania ai rigori decisivi della finale con la Francia, passando per il penalty all'ultimo respiro messo a segno da Totti contro l'Australia.

Proprio Francesco Totti potrebbe clamorosamente tornare a vestire la maglia azzurra dopo ben otto anni dall'ultima volta. Il capitano giallorosso aveva dato l'addio alla Nazionale dopo la vittoria finale in Germania, ma il brillante stato di forma attuale potrebbe riportarlo a rappresentare il nostro paese nel campionato del mondo brasiliano.

DOVE SONO OGGI?
Buffon Juventus
Peruzzi Ritirato
Amelia Milan
Cannavaro Ritirato
Nesta Montreal Impact
Materazzi Ritirato
Grosso Ritirato
Zambrotta Chiasso
Barzagli Juventus
Zaccardo Milan
Oddo Ritirato
Pirlo Juventus
Gattuso Ritirato
De Rossi Roma
Camoranesi Racing
Perrotta Ritirato
Barone Ritirato
Totti Roma
Del Piero Sydney FC
Toni Verona
Inzaghi Ritirato
Gilardino Genoa
Iaquinta Svincolato

Sarebbe uno dei pochi superstiti di quella spedizione vincente, insieme a Gianluigi Buffon, Andrea Pirlo, Daniele De Rossi e Andrea Barzagli, colonne portanti del gruppo che Prandelli porterà sicuramente la prossima estate in Sudamerica, salvo imprevisti. I tre bianconeri stanno giocando ancora ad altissimi livelli sia nel panorama italiano che europeo, mentre il romanista è tornato il leader del centrocampo nel sorprendente gruppo di mister Garcia, lasciando ben sperare in ottica azzurra.

Partendo dai portieri del 2006, troviamo Angelo Peruzzi, che ha lasciato il calcio dopo gli ultimi anni alla Lazio, mentre Marco Amelia è attualmente il secondo portiere del Milan, ma da troppo tempo non gioca con continuità in partite ufficiali.

Discorso analogo per i difensori, dove Cristian Zaccardo è, insieme al già citato Barzagli, l'unico rimasto in Serie A, nonostante faccia la riserva al Milan. Alessandro Nesta ha tentato l'esperienza americana nei Montreal Impact, mentre Gianluca Zambrotta aveva in un primo tempo appeso le scarpe al chiodo, salvo poi tornare a solcare i campi di gioco in Svizzera, nelle fila del Chiasso.

Hanno definitivamente abbandonato i campi da gioco i tre grandi protagonisti di quel gruppo magnifico: Fabio Cannavaro, Marco Materazzi e Fabio Grosso. Il primo ha chiuso la carriera nell'Al Ahli, il secondo ha giurato amore all'Inter fino alla fine, mentre il terzo si è svincolato dalla Juventus nel 2012, prima di abbandonare definitivamente. Anche Massimo Oddo ha deciso di dire addio al calcio giocato, chiudendo i battenti al Milan.

Tornando al centrocampo scopriamo altri due ritirati: Simone Perrotta e Simone Barone, come pure Gennaro Gattuso, che ha iniziato la sua carriera da allenatore. Resta ancora in attività, a 37 anni compiuti, l'oriundo Mauro German Camoranesi, che dopo la Juventus ha deciso di tornare a giocare in patria nel Racing Club de Avellaneda.

L'attacco resta il reparto più 'attivo': Alex Del Piero ha detto addio alla sua Juve per tentare l'esperienza australiana ed ora guida il Sydney all'età di 38 anni. Continua a segnare anche Alberto Gilardino, che dopo aver girato varie squadre si è stabilizzato al Genoa e resta tutt'ora nel giro della Nazionale.

Stessa sorte per Luca Toni, che ha ritrovato una seconda gioventù nel sorprendente Verona (molti parlano di un possibile ritorno in azzurro anche per lui), mentre Vincenzo Iaquinta ha passato un periodo non facile ai margini della Juventus e risulta attualmente svincolato.

Chiude l'elenco Filippo Inzaghi che, dopo aver terminato una meravigliosa carriera nel Milan, ha deciso di ripartire dai giovani, dando via al suo cammino da allenatore all'età di 40 anni. L'elenco di quel gruppo eroico sollecita dolci ricordi, ma una di quelle immagini potrebbe presto riproporsi davanti ai nostri occhi: un Francesco Totti con 8 anni in più che indossa ancora la casacca azzurra...