thumbnail Ciao,

L'estremo difensore azzurro ha parlato anche della delicata situazione che si sta vivendo a Praga per l'esondazione del fiume Moldava, che rischia di rinviare il match.

L'Italia è chiamata al delicato impegno contro la Repubblica Ceca, match valido per le qualificazioni ai Mondiali 2014. Gigi Buffon ha presentato la partita, sottolineandone l'importanza e analizzando l'avversario.

Intervenuto in conferenza stampa, il portiere della Juventus pone l'accento sulla delicata situazione che si sta vivendo a Praga: "Si sta vivendo un dramma in quelle zone e a Praga l'esondazione della Moldava, il fiume che attraversa la città, ha mietuto vittime e creato ingenti danni di ogni natura. L'allerta è sempre massima, non lo so se verrà spostata la partita, ma credo che nelle sedi istituzionali si stiano prendendo in esame tutte le ipotesi possibili. Ad ogni modo, non sarebbe male riuscire a giocare la partita, uno spot calcistico può aiutare a distrarre per qualche ora".

Per quanto riguarda l'avversario, Buffon mette in guardia i compagni: "Non ci sono state brutte sorprese per noi finora nel percorso per i Mondiali e vorremmo che la storia continuasse così. Dobbiamo vincere e non perdere, queste partite per arrivare al traguardo. E' una squadra che non ti regala nulla: se giochi sottotono sanno come punirti ma noi vogliamo vincere per aumentare il distacco sulle inseguitrici".

Il portiere bianconero parla poi del suo successore in Nazionale: "E' l'ultimo dei problemi perchè abbiamo un nutrito parco portieri, di grande valore, come Sirigu che si sta affermando a livelli internazionali, Marchetti che è sulla stessa onda e Viviano. Poi tra Bardi, Leali, Fiorillo e Colombi c'è tanta gente in gamba. Il giorno che non verrò più chiamato in Nazionale saremo comunque ben coperti".

Infine un commento sulla Juventus, tra mercato e gap con le big d'Europa: "La Juve quest'anno, in condizioni fisiche ottimali, avrebbe giocato alla pari con tutte le squadre europee, tranne il Bayern Monaco. I tedeschi sono stati quelli che mi hanno impressionato per solidità, forza fisica, freschezza, consapevolezza e capacità di adattarsi a ogni singola partita. Poi se altri club comprano da noi vuol dire che siamo una buona squadra. Jovetic? Chiunque arriva per migliorare la squadra è ben accetto. Con giocatori come lui è possibile fare il salto di qualità".

Non manca un parere sul futuro del compagno di squadra e di Nazionale Marchisio: "Penso che anche i club stranieri abbiano diritto di presentare delle offerte per lui, ci sta perchè è un grandissimo giocatore". In entrata, invece, la Juve continua a seguire Ogbonna: "E' un ragazzo eccezionale ed un difensore molto forte, dalle grandi potenzialità".

Dando uno sguardo alle altre squadre, l'eventuale addio di De Rossi alla Roma, confessa, lo lascerebbe sgomento: "Non ho idea se De Rossi potrà andare a giocare in Inghilterra, non so cosa dire. Io, comunque, non riesco a vedere uno come Daniele lontano da Roma".

Sullo stesso argomento