thumbnail Ciao,

Il centrocampista della Fiorentina non rinnega il suo passato bianconero e rossonero ma spera di potersi togliere tante soddisfazioni con la maglia viola.

Tra coloro che sperano di poter partecipare al mondiale brasiliano c'è anche il centrocampista della Fiorentina Alberto Aquilani. Il giocatore, intervistato nel corso della trasmissione Mediaset 'La tribù del calcio', si è soffermato su diversi argomenti oltre quello 'azzurro'.

"Venendo alla Fiorentina mi sono rimesso per l'ennesima volta in discussione e spero di potermi togliere tante belle soddisfazioni. Qui ci sono tante persone competenti che possono permettermi di fare bene. Tra gli obiettivi c'è quello di poter disputare il mondiale con la nazionale azzurra, è una cosa alla quale ambisco".

Aquilani non rinnega le annuali e brevi esperienze con le maglie di Juventus e Milan: "L'anno a Torino è stato molto importante, ma lo è stato anche quello col Milan. Pensavo di riuscire a vincere lo scudetto, ma non ci siamo riusciti. Avevo giocato molte partite prima di infortunarmi, ma poi quando sono rientrato ho capito che la società avrebbe dovuto riscattare 5-6 giocatori e che io non sarei stato compreso. Aver vestito la maglia rossonera è stato comunque un onore".

La conclusione è dedicata dal suo ex-capitano in giallorosso Francesco Totti: "Francesco è un giocatore incredibile, ma non lo scopro certo io. Ha un rapporto con la tifoseria della Roma che è un qualcosa di irraggiungibile per qualunque altro calciatore attualmente in attività".

Sullo stesso argomento