thumbnail Ciao,

L'espulsione (peraltro ingeneroso) non può condizionare il giudizio sulla prova del centrocampista della Juventus, che si è esaltato contro i Campioni del Mondo e d'Europa

Quando il gioco si fa duro, la Spagna comincia a giocare. Il pareggio contro la Finlandia aveva ingolosito la Francia che, però, al dunque, ha dovuto arrendersi alla potenza iberica. Intendiamoci, se la gara fosse finita pari, nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Anzi.

I ragazzi di Deschamps hanno destato un'ottima impressione: (quasi) perfetta la fase difensiva all'italiana, più un Ribery solito mattatore là davanti. E' mancato l'intristito Benzema, mentre Valbuena ha regalato i suoi tradizionali ma intermittenti lampi di classe. E le sue occasioni la Francia le ha avute, ma anche sprecate. Il rammarico resta sostanzialmente quello del Milan a Barcellona: come i balugrana, anche la Spagna qualcosa concede sempre. Se non ne approfitti, però, ti condanna.

Il rosso a Pogba non cambia il giudizio di una gara affrontata con la personalità dei grandi
A queste note liete transalpine, vanno aggiunte le conferme di Varane e Pogba. Il difensore del Real ha guidato la difesa come un veterano, il centrocampista della Juventus, in una gara così importante, è sembrato a suo agio come se in Nazionale ci giocasse tutte le settimane. Il bimbo cresce in fretta e Deschamps non può che ringraziare l'amico Conte per i suoi progressi.

L'espulsione per due gialli quanto meno ingenerosi di un arbitro pavido (a parte il rosso eccessivo al bianconero, pure un rigore solare su Pedro nel primo tempo, con annessa espulsione di Lloris a termini di regolamento, il tutto completamente ignorato) non cambiano il giudizio di una gara affrontata con la personalità dei grandi, impreziosita da un paio di uscite palla al piede da applausi.

Ma quando è arrivato il momento di fare sul serio, è salito in cattedra il solito professor Andres: come Iniesta non abbia ancora vinto il Pallone d'Oro, resta il mistero di Fatima applicato al calcio.

Detto questo, chi aspira a sollevare la coppa in Brasile, se la dovrà vedere ancora con questa Spagna, ma - spareggi permettendo - anche con la Francia di Deschamps, lieta sorpresa di queste qualificazioni.

Sullo stesso argomento