thumbnail Ciao,

L'attaccante esploso quest'anno alla Sampdoria pone fine al tormentone sul nome della Nazionale che potrà goderne i goal: "Il mio futuro? Guardo giorno per giorno...".

Alla fine Mauro Icardi ha scelto, giocherà con la maglia della Nazionale argentina, come da lui stesso dichiarato in un'intervista al 'Secolo XIX'.

"Io sono molto grato al calcio italiano per l'opportunità che mi è stata data e al Ct Prandelli per le belle parole che ha espresso nei miei confronti, ma devo essere onesto e sincero. Sono argentino e tale mi sento e fin da piccolo ho sempre sognato di vestire la maglia della Nazionale albiceleste. Arrivare a coronare questo sogno per me sarebbe il massimo...".

Chiuso definitivamente questo tormentone, rimane aperto quello relativo al futuro di un attaccante diventato uomo mercato a tempo di record grazie alla sua fresca esplosione con la maglia della Sampdoria. Su di lui sono pronte a scannarsi Inter e Napoli in primis: "Il mio futuro? Io sono abituato a pensare giorno per giorno - si schermische Icardi - Il futuro si conquista solo facendo bene nel presente. E il presente è la prossima partita, quella di Marassi contro il Chievo. Una partita fondamentale per noi, per raggiungere l'obiettivo che ci siamo prefissi".

"Io sono un professionista che cerca di dare il massimo ogni giorno per la propria squadra, che adesso è la Sampdoria. Quando uno è a posto con la propria coscienza non deve temere nulla. E io sono a posto con la mia coscienza - spiega il 20enne di Rosario cresciuto nelle giovanili del Barcellona - L'esplosione di quest'anno? Credo che ognuno di noi sogni il meglio e quindi ci speravo, ma francamente non mi sarei mai sognato che accadesse così velocemente. Oggi se riguardo indietro quei mesi passati nella Primavera devo riconoscere che mi sono serviti molto. Da tutti i punti di vista...".

Sullo stesso argomento