thumbnail Ciao,

Il ct della Serbia Mihajlovic preme per il ritorno in nazionale in vista di Brasile 2014 ma Deki frena: "L'ultima decisione è la mia. Devo stare bene al 100% e poi si vedrà"

Inter-Chievo, minuto 76: Dejan Stankovic ritrova l'abbraccio di 'San Siro' dopo nove lunghissimi mesi lontano dai campi di gioco (ultimo match il 2 maggio 2012 a Parma). A trentaquattro anni e dopo una carriera di battaglie sulle spalle per il 'Drago' è arrivato il momento di fare i conti con l'età.

"Voglio fare bene fino a fine stagione"
aveva detto al termine del match contro i clivensi. Ma poi? Il futuro dello Stankovic nerazzurro è in bilico così come lo è quello dello Stankovic in nazionale.

Il ct della serbia Sinisa Mihajlovic (suo compagno alla Lazio e all'Inter) sta premendo sull'acceleratore per riavere il suo capitano per la corsa ai mondiali 2014. Corsa che è a dir poco in salita visto che i serbi sono terzi con soli quattro punti nel gruppo A, comandato a quota 10 da Belgio e Croazia.

"Non parlavo con i giornalisti serbi da un anno. - ha dichiarato Stankovic ai microfoni di 'InterChannel' - Sarebbero felici del mio ritorno in nazionale. Io ho lasciato le porte aperte, ma devo stare bene. Prima di decidere devo fare almeno un paio di partite e poi valuterò. L'ultima parola tocca a me, prima devo stare al 100%"

Il derby di Zagabria in casa della Croazia del 22 marzo si avvicina. Prevarrà il cuore o la testa?

Sullo stesso argomento