thumbnail Ciao,

Balotelli ed El Shaarawy insieme nel Milan, Prandelli si sfrega le mani pensando in ottica Azzurra e... "Se vinciamo il Mondiale mi faccio due creste"

Il campionato sta regalando un'entusiasmante lotta Scudetto: "La Juve per me è la favorita, il Napoli però ora mostra una maturità che prima non aveva".

Primo impegno del 2013 per la Nazionale Azzurra. L'Italia infatti, affronterà mercoledì ad Amsterdam l'Olanda in un'amichevole di lusso. Per l'occasione, Cesare Prandelli potrà tornare a contare su un Mario Balotelli che ha ritrovato l'entusiasmo dopo l'approdo al Milan ed il debutto con doppietta.

Il ct Azzurro, nella conferenza stampa odierna che si è tenuta a Coverciano, è partito proprio da Super Mario: "Sono contento che sia più sereno e motivato, ora magari potremo controllarlo meglio. Lui deve essere più bravo a far uscire fuori il giocatore e non il personaggio pubblico, deve far parlare di se per quello che fa in campo e non per quello che fa fuori. L'ho trovato assai motivato. Lui una mela marcia? Con noi si è sempre comportato bene".

Balotelli ha ora come partner d'attacco nel Milan El Shaarawy: "Si stanno formando belle coppie e questo è importante perchè quando arrivano in Nazionale sono già rodate. In questo caso stiamo parlando di due ragazzi giovani che hanno grande personalità. Già ad agosto pensavo che insieme avrebbero potuto far bene, adesso decideremo se schierarli in Olanda".

Prandelli ha anche toccato aspetti tattici: "Il modulo va costruito sulle caratteristiche dei vari giocatori che si hanno a disposizione. Insigne ed El Shaarawy per esempio regalano più ampiezza. Gli esterni? Candreva e Diamanti potrebbero essere una soluzione, ma vedremo cosa troveremo strada facendo. De Rossi? Confido nel suo carattere".

Il ct Azzurro ha deciso di non convocare Chiellini: "E' importante non commettere certi errori ma Giorgio è stato bravo a capire che aveva sbagliato e a porgere le sue scuse".

Queste settimane sono state caratterizzate da molte polemiche arbitrali: "Già anni fa dissi che noi addetti ai lavori non dovremmo commentare. A volte gli arbitri possono favorirti, altre volte no. L'importante sarebbe fargli svolgere la loro mansione con meno pressioni possibili".

Il campionato sta regalando un'entusiasmante lotta Scudetto: "La Juve per me è la favorita, il Napoli però ora mostra una maturità che prima non aveva, è più consapevole della propria forza. La Roma? Mesi fa tutti parlavano bene di Zeman, bisogna dare ad un tecnico il tempo di lavorare. Io non parlo mai di fallimento".

Infine una battuta sul duo Balotelli-El Shaarawy: "La cresta? Se vinco il Mondiale me ne faccio anche due".

Sullo stesso argomento