thumbnail Ciao,

Dopo un insulto razzista ricevuto da un proprio giocatore, la squadra e i dirigenti nerostellati hanno deciso di non proseguire la partita.

Un nuovo episodio di razzismo scuote il mondo del calcio. E ancora una volta a essere coinvolta è la Pro Patria. Si gioca la partita del campionato Berretti fra il Casale e la squadra lombarda, quando, al 38' del primo tempo, un giocatore dei piemontesi afferma di aver ricevuto degli insulti razzisti.

"Un avversario mi ha detto: 'Stai zitto, negro'. Al che io ho reagito spingendolo", ha raccontato a 'Sky Sport' il giovane oggetto del presunto insulto, Fabiano Ribeiro.

La squadra e lo staff tecnico nerostellato, per solidarietà nei suoi confronti, decidono così di non proseguire il match, che viene così sospeso. Dopo l'accaduto, sia il Casale, sia la Pro Patria, hanno spiegato di voler aspettare la decisione del Giudice sportivo prima di esprimersi.

Dure dichiarazioni sull'accaduto sono invece state rilasciate dall'allenatore dei nerostellati Latartara. "E' ora di dire basta. - ha affermato - Così a mio avviso non si può più andare avanti. Quello che è accaduto a Casale nella partita contro la Pro Patria è un fatto grave e vergognoso, che va preso nelle giuste proporzioni".

"E lo è ancora di più se si pensa che e' avvenuto all'interno di una partita giocata tra ragazzi, - ha sottolineato l'allenatore della Beretti del Casale - molti dei quali minori. E' tempo di dare un segnale forte considerato che già ci era capitato in precedenza di sentire insulti di carattere razzista. Un fenomeno che va assolutamente arginato".

Intanto la Lega Pro, attraverso il suo presidente, Mario Macalli, ha annunciato l'apertura di un'inchiesta sull'accaduto. "Tali comportamenti razzisti non possono essere più ammessi e tollerati. - ha affermato - Se realmente dovesse trattarsi di atto di razzismo la Lega Pro si schiererà, ancora una volta, con fermezza contro i comportamenti accaduti. Porteremo avanti una lotta senza quartiere, non sono questi i valori che il calcio e la società devono trasmettere. Andremo fino in fondo all'indagine, il calcio deve essere un veicolo di valori umani e sportivi".

Sullo stesso argomento