thumbnail Ciao,

L'ex dg della Juventus si candida con il partito di Stefania Craxi, che dice: "È il più grande sportivo italiano, un Paese ipocrita lo ha eletto a capro espiatorio".

Torna Luciano Moggi. La notizia di per sé fa già rumore, ma probabilmente ancor di più quando si scopre che l'ex direttore generale della Juventus sarà capolista alla Camera per i Riformisti Italiani di Stefania Craxi, ex sottosegretario di Stato agli Esteri.

A confermarlo è stato proprio lo staff della Craxi: "Moggi è il simbolo di una battaglia politica contro il circo mediatico-giudiziario italiano, che può rovinare le carriere" spiega il portavoce Andrea Spiri. E ancor più decise sono le parole pronunciate dalla stessa politica.

"Stiamo parlando del più grande sportivo italiano - dice Stefania Craxi - Viviamo in un Paese ipocrita e costantemente alla ricerca di un capro espiatorio. Moggi merita di essere eletto, lo candiderò non soltanto in Piemonte".

Nemmeno riguardo al 'curriculum' di Moggi, radiato dal calcio, condannato in primo grado per associazione a delinquere e in appello per violenza privata, la Craxi pare avere molti dubbi: "Io sono garantista. Se non sbaglio le persone fino al terzo grado di giudizio sono innocenti".

Sullo stesso argomento