thumbnail Ciao,

Enoch Barwuah è stato fermato dai carabinieri nella notte di sabato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La sorella prende le sue difese appassionatamente.

Ancora una volta il nome di Balotelli finisce sulle prime pagine dei giornali e non per vicende propriamente calcistiche. Ma stavolta non c'entrano le mattane di SuperMario, bensì l'esuberanza del fratello naturale Enoch Barwuah.

Nella notte di sabato il giocatore, approdato in questa stagione in Serie D al Bogliasco dopo vari tentativi non andati a buon fine di sfondare in un calcio di livello superiore, è stato infatti fermato dai carabinieri per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, dopo una colluttazione avvenuta - a torso nudo e scalzo - all'esterno di un bar di Bagnolo Mella, il paese del bresciano dove vivono i Baruwah.

Enoch, che ha ottenuto i domiciliari a casa di una zia, era assieme alla sorella Abigail, che difende appassionatamente il fratello sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport': "Abbiamo questo marchio e ce lo portiamo dietro per sempre. Ma non è giusto. Perché le cose vengono ingigantite e date in pasto ai media. Se Enock fosse stato un ragazzo normale, fratello di una persona non così esposta mediaticamente non se ne sarebbe nemmeno parlato. Vorrei che tutto questo clamore finisse. Non è successo nulla, basta".

Oggi dovrebbe aver luogo il processo per direttissima, intanto Enoch si aggrappa alla fede su facebook: "Love you Jesus. Non farmi arrabbiare".

Sullo stesso argomento