thumbnail Ciao,

Con i due minuti di Vorm nella finalina terzo-quarto posto vinta dall'Olanda, van Gaal ha utilizzato tutti i 23 giocatori convocati per i Mondiali 2014. Il saluto di un visionario.

Dalle ore 23:55 italiane, 18:55 brasiliane, 22:55 inglesi, Luois van Gaal non è più l'allenatore dell'Olanda. Comincia ufficialmente la sua avventura con il Manchester United dopo aver ottenuto l'ottimo terzo posto ai Mondiali 2014, surclassando il Brasile padrone di casa per 3-0. Saluta in pompa magna Aloysius Paulus Maria.

Il visionario di Amsterdam era già leggenda delle squadre per club, ora entra nel libro mastro del calcio anche per quanto riguarda le Nazionali. L'uscita di Cillessen per Krul contro la Costa Rica e il passaggio in semifinale rimarrà uno dei simboli dei Mondiali, insieme al morso di Suarez e il 7-1 tedesco al Brasile.

Oltre il folle cambio che ha permesso all'Olanda di entrare per la seconda volta consecutiva tre le quattro migliori squadre sulla faccia della terra, nella finale terzo-quarto posto van Gaal abbandona la Nazionale Orange con un record. Facile da eguagliare in futuro, ma più facile a dirsi che a farsi causa idee tattiche, spogliatoio e gruppo.

Inserendo il terzo portiere Vorm a due minuti dalla fine, infatti, van Gaal ha utilizzato il 100% dei giocatori in rosa: tutti i 23 giocatori convocati ai Mondiali brasiliani hanno messo piede in campo ufficialmente, chi solo per pochi secondi, chi per tutta la totalità delle sette gare disputate dall'Olanda.

Cillessen, sostituito ben due volte per cause di forza maggiore (il maggiore van Gaal), Vlaar, De Vrij, Blind, Wijnaldum e Robben sono i giocatori che van Gaal ha utilizzato in tutte e sette le gare dei Mondiali brasiliani, gloria per Fer, Verhaegh, Kongolo, Vrum e Krul, in campo in una sola gara.

Scintillante contro la Spagna, abulica contro l'Argentina, sul velluto contro il Brasile e in difficoltà contro l'Australia, durante i Mondiali si sono viste più facce dell'Olanda, scesa al terzo posto dopo il secondo ottenuto nel torneo 2010, quando venne sconfitta in finale causa Iniesta e la Spagna.

Ora sono 23 giocatori con al collo la medaglia di bronzo, per la prima volta nella storia tutti loro hanno avuto modo di toccare il campo ufficialmente prima di indossare il premio. Meritato.

Sullo stesso argomento