thumbnail Ciao,

Il portiere dell'Argentina aveva a disposizione un foglietto che lo aiutato a neutralizzare i rigori calciati dai giocatori dell'Olanda.

L'Argentina calcistica e non è in festa grazie agli uomini di Sabella, che martedì sera hanno battuto l'Olanda ai calci di rigore e sono così approdati alla finale del Maracanà dove affronteranno la Germania di Low. Tra tutti l'eroe della serata è stato sicuramente il portiere Sergio Romero, che ha neutralizzato le conclusioni di Vlaar e Sneijder.

Nel compiere questi interventi il portiere di proprietà della Sampdoria è stato 'aiutato': prima di ogni conclusione ha infatti consultato un foglietto che aveva portato con sè dalla panchina, dove probabilmente erano state indicate le preferenze di tiro di ogni rigorista di Van Gaal, dopo aver visionato nei giorni scorsi alcuni video. L'essere pararigori non è una caratteristica preminente di Romero: in Serie A ha infatti parato un solo rigore su sei fronteggiati, ad Osvaldo durante un Roma-Sampdoria.

Non è la prima volta che in un campionato del Mondo succede una cosa del genere: in Germania, nel 2006, fu il portiere tedesco Jens Lehmann, ex-Milan, a neutralizzare le conclusioni dal dischetto degli avversari (Ayala e Cambiasso nello specifico), che, guardacaso, erano proprio i rappresentanti della nazionale argentina (erano i quarti di finale).

Prima di ogni calcio di rigore Lehmann consultò un foglietto che aveva nascosto tra i calzettoni. Chissà se in finale, se si arriverà ai calci di rigore, Neuer e Romero si affideranno nuovamente a qualche aiuto esterno o faranno tutto autonomamente...

Sullo stesso argomento