thumbnail Ciao,

Il presidente della Fifa è tornato sulle violenze di San Paolo-Tigre: "Il calcio è difficilmente controllabile in quanto fatto di passione. Noi possiamo solo proporre princìpi".

Sono ancora vive nella mente di tutti le foto delle macchie di sangue sui muri degli spogliatoi del Morumbi di San Paolo. La partita col Tigre si è trasformata in violenza, e il secondo tempo della finale di Coppa Sudamericana nemmeno si è giocato. Sull'episodio è tornato anche Joseph Blatter.

"Considero questo incidente un avvertimento per gli organizzatori della Coppa del Mondo - ha detto il presidente della Fifa in una conferenza stampa organizzata a Tokio - E' chiaro che il calcio è fatto di passione, e proprio per questo è purtroppo difficile controllarlo".

"La sicurezza è di competenza della polizia, dell'esercito... Noi che siamo nel calcio possiamo solo proporre princìpi. L'origine della violenza è nella nostra società, è una cosa che prescinde il calcio" ha affermato ancora Blatter.

Oltre ai Mondiali, il Brasile ospiterà anche la Confederations Cup del prossimo anno. San Paolo ci sarà, ma non con il Morumbi, teatro delle violenze di qualche giorno fa, bensì con l'Arena Corinthians di Itaquera.

Sullo stesso argomento