thumbnail Ciao,

Sirigu è il portiere titolare di un super PSG: "Giocavo in una squadra di medio alto livello in Italia, volevo restare ma successero cose che non voglio spiegare".

E' stata una serata importante quella che ha vissuto Salvatore Sirigu. Il portiere del PSG infatti, ha sostituito Gigi Buffon tra i pali dell'Italia giocando tutti i novanta minuti dell'amichevole di lusso con la Francia.

Sirigu, intervistato ai microfoni Rai, ha spiegato: "Se sono il secondo portiere dell'Italia adesso? Non penso. Abbiamo la fortuna di avere tanti ottimi portieri, oggi ho giocato io ma potevano esserci De Sanctis o Viviano. Buffon resta però il totem, tocca a noi che siamo dietro farci trovare pronti visto che sostituirlo non è mai facile".

Oggi l'Italia è uscita sconfitta dal campo: "Il tiro di Valbuena non l'ho visto partire, ho cercato di chiudere la porta ma non è servito. In difesa si può sempre migliorare ma non so dire se abbiamo sbagliato o no".

Sirigu è il portiere titolare di un super PSG: "Giocavo in una squadra di medio alto livello in Italia, volevo restare ma successero cose che non voglio stare qui a spiegare. Quando mi chiamo Leonardo capii che non potevo farmi scappare questa occasione".

Sullo stesso argomento