thumbnail Ciao,

L’Italia saluta il suo 2012 con una sconfitta, Prandelli però non ha dubbi… “Non meritavamo di perdere con la Francia”

L'Italia ha sfoggiato il nuovo 4-3-3: "Ho visto cose buone. Certi movimenti non potevano ancora essere molto efficaci perchè è la prima volta che provavamo questo modulo".

Si chiude con una sconfitta il 2012 degli Azzurri. L'Italia saluta l'anno che l'ha vista laurearsi vice campione d'Europa battuta dai rivali di sempre della Francia nell'amichevole che si è disputata al Tardini di Parma.

Cesare Prandelli, intervistato a fine gara ai microfoni Rai, si è detto comunque soddisfatto della prova offerta dai suoi ragazzi: "Non meritavamo di perdere questa partita. Era giusto provare e continueremo a farlo, al di là del risultato sono contento di quello che ho visto".

Oggi l'Italia ha sfoggiato il nuovo 4-3-3: "Ho visto cose buone. Certi movimenti non potevano ancora essere molto efficaci perchè è la prima volta che provavamo questo modulo, io però sono soddisfatto".

Balotelli ed El Shaarawy hanno fatto vedere buone cose: "Hanno fatto molto bne insieme, sono due attaccanti con caratteristiche diverse, El Shaarawy è molto generoso".

Anche Verratti ha fatto bene: "Ha fatto una prestazione molto buona, sempre con molta tranquillità e sicurezza. Se può giocare con Pirlo? Dobbiamo pensare anche alle qualificazioni, magari si può provare in qualche altra amichevole".

In conferenza stampa, il ct azzurro ha poi ribadito: "I ragazzi ci tenevano molto a vincere, dispiace molto non esserci riusciti, proprio non riusciamo a far risultato in amichevole. Per noi questa è la quinta sconfitta, con il passare dei mesi si rischia poi di dimenticare cosa si è fatto. Meglio comunque perdere ora che in gare ufficiali".

Prandelli è anche tornato a parlare di El Shaarawy, Balotelli e Verratti: "Stephan interpreta bene il ruolo, forse è anche troppo generoso. Aiuta molto in copertura quando oggi dovevamo essere noi a coprirlo meglio. E' migliorato tanto, è un giocatore di prospettiva. A Balotelli manca tanto il goal ma arriverà e gli ho detto che deve stare tranquillo. Verratti? Diventerà un giocatore di grande caratura, ha grande personalità e gestisce sempre la palla con sicurezza".



Sullo stesso argomento