thumbnail Ciao,

Domani i transalpini faranno visita alla formazione di Cesare Prandelli: "Possono essere un esempio da seguire. Non so bene cosa aspettarmi dal loro ct".

Confererenza di vigilia per Didier Deschamps, ct della Francia impegnato domani nell'amichevole di lusso contro l'Italia. Torna nel paese che lo ha ospitato per anni e anni l'ex allenatore di Marsiglia e Juventus. Con chiari pensieri.

"E' un'amichevole, ma il risultato è sempre importante" evidenzia il selezionatore della Nazionale transalpina. "Quando si incontra una squadra come l'Italia, una delle migliori, c'è sempre un'attesa speciale e ci vuole una concentrazione particolare".

Si parla del suo passato piemontese: "Mi sono trovato bene a Torino sia dal punto di vista professionale che umano. Ho solo dei ricordi belli. Sono felice di tornare in Italia, anche se speravo di giocare a Torino. Sarà bello incontrare di nuovo giocatori che conosco e alcuni che ho avuto il piacere di allenare".

Un pensiero anche per Antonio Conte, suo ex-compagno di squadra: "Sta vivendo sicuramente una situazione particolare, è difficile non stare in panchina e dover seguire la partita dalla tribuna, lavorando con la squadra solamente durante la settimana. Sono sicuro che la squadra sta sentendo la sua mancanza".

La Francia deve tornare grande, l'Italia lo ha già fatto, in parte, a Euro 2012: "Possono essere un esempio da seguire. Non so bene cosa aspettarmi dall'Italia, a livello di moduli può usare la difesa a 3 o giocare a 4. Di sicuro Prandelli sceglierà una squadra molto offensiva".

Sullo stesso argomento