thumbnail Ciao,

Gli Azzurri si schiereranno con un modulo che permetta di passare dal 4-3-1-2 al 4-3-3. Fondamentali saranno Candreva ed El Shaarawy. A centrocampo spazio a Verratti

Vigilia importante per la Nazionale Azzurra. Mercoledì sera infatti, l'Italia sfiderà allo stadio Tardini di Parma la Francia in una gara che, vista la rivalità tra le due squadre, sarà più di una semplice amichevole.

Per il ct Cesare Prandelli si tratterà di un'occasione d'oro per testare quello che dovrebbe essere il nuovo zoccolo duro della squadra in vista di Brasile 2014. Spazio quindi ad El Shaarawy che, reduce da un inizio di stagione straordinario, sarà il partner d'attacco di Mario Balotelli.

Qualche metro più indietro rispetto ai due agirà Candreva che, dopo le ultime prestazioni, si è guadagnato una maglia da titolare, mentre il trio di centrocampo dovrebbe essere inedito e prevedere Verratti come regista, con Montolivo e Marchisio ai suoi lati.

E' un modulo questo che permetterebbe al ct di adottare un 4-3-1-2 che all'occorrenza può trasformarsi in un 4-3-3 che prevede Candreva ed El Shaarawy larghi con Balotelli centrale, un esperimento che verrà certamente provato contro la squadra di Deschamps.

Chi non ci sarà è De Rossi in mediana, Prandelli ha spiegato perchè ha deciso di non convocare il romanista dopo il pugno sferrato a Mauri nel derby: "E' una punizione che deve aiutarlo a capire che certi episodi non devono ripetersi. Questo vale anche per un Mondiale dove le tensioni sono altissime. Daniele ha fatto un bel gesto scusandosi subito, è troppo tifoso e gli si è chiusa la vena".

Sullo stesso argomento