thumbnail Ciao,

Il ct francese ha parlato bene della Nazionale azzurra a due giorni dall'amichevole di Parma: "Da quando è arrivato - ha detto - Prandelli ha cambiato la filosofia della squadra".

Il commissario tecnico della Francia, Didier Deschamps, ha parlato in conferenza stampa della partita amichevole contro l'Italia in programma mercoledì a Parma e del recente successo sulla Spagna nelle qualificazioni ai Mondiali di Brasile 2014.

"L'Italia sarebbe un buon esempio da seguire. - ha detto l'ex allenatore della Juventus - Da quando è arrivato Prandelli ha cambiato la filosofia della squadra. Quello che mi ha sorpreso di più è l'attacco azzurro. L'Italia è stata premiata dal prendersi maggiori rischi in avanti, anche se la finale degli Europei non è andata molto bene".

Poi sul fatto che è molto conosciuto in Italia, per essere stato prima giocatore, poi allenatore della Juventus. "La stampa italiana mi conosce bene - ha affermato - L'anno scorso ho incontrato il Milan con il Marsiglia, spero che tutto vada bene".

Deschamps è quindi tornato sull'importante successo contro i campioni del Mondo della Spagna. "In Spagna è stata un'esperienza intensa ed entusiasmante fino alla fine. Parlando con molte persone, mi hanno detto che hanno vissuto quella vittoria con grande pathos. Forse siamo riusciti a infondere maggiore concentrazione alla Nazionale. Dà tranquillità e fiducia ai giocatori. Ogni giocatore, ogni componente della Nazionale può dire quello che vuole, ma l'unica parola che vale è poi quella del campo".

"Molte persone hanno visto la partita in Spagna, - ha aggiunto - e non ricevuto nessuna lamentela, nessuna analisi negativa. Ci sono state solo parole di elogio e la sensazione di aver fatto emozionare i tifosi".

Il discorso si è poi spostato sui singoli giocatori della Nazionale francese. "Gourcuff? Mi aspetto che faccia in Nazionale le stesse cose che fa nel Lione. - ha dichiarato - Ho voluto richiamarlo nel gruppo per valutarlo. Ribery? Non ho dubbi sul suo impegno con la maglia dei Blues. E' normale che sia grato al Bayern per quello che ha fatto per lui nei momenti difficili. Ma quando viene qui lo fa sempre con gioia e ci mette grande determinazione".

Chiusura sulla situazione di Lloris: "La sua non è una situazione pesante. - ha assicurato Deschamps - Ha anche giocato tre partite in tre settimane. Non è rimasto tre settimane senza giocare, anche se vorrebbe giocare di più...".

Sullo stesso argomento