thumbnail Ciao,

L'esterno della Juventus ha parlato a proposito della sfida azzurra in programma martedì contro i danesi: "Sarà necessario scendere in campo con lo spirito dell'ultima gara".

Anche contro l'Armenia non sono mancate le polemiche. Certo, l'Italia ha battuto la Nazionale locale per 3-1, ma gli azzurri non paiono affatto in forma. Martedì arriva la Danimarca, una gara che Emanuele Giaccherini vuole vincere a tutti i costi.

"E' una gara molto importante conto un avversario molto forte" riferisce l'esterno in conferenza stampa. "Sarà necessario scendere in campo con lo stesso spirito che abbiamo messo in Armenia, cercando una vittoria che possa permetterci di mantenere il primato".

Buffon potrebbe non farcela: "Ha avuto un problemino ma speriamo possa esserci già martedì. Se Buffon non sarà al 100 per cento giocherà un altro portiere, come è giusto che sia. Non vedo polemiche in questo. Juventus-Napoli? Meglio parlarne dopo la partita di martedì".

Davanti ci sarà Bendtner, compagno di squadra in goal nell'ultima gara danese: "Nicklas è un giocatore importante, con l'Arsenal ha dimostrato di essere un goleador. E' un calciatore da temere, sta bene, è da tenere sott'occhio. Per la Juventus può diventare importante, ha qualità e caratteristiche diverse dagli altri attaccanti bianconeri. Secondo me potrà tornare molto comodo".

Infine un commento sui giudizi poco positivi ricevuti dalla Nazionale: "In questo momento siamo un po’ criticati forse perché tutti pensano che in Armenia dobbiamo vincere 6-0, invece non è così. Il calcio è cambiato, certe nazionali hanno meno blasone ma sono forti. L’Armenia ha giocatori che fanno la Champions League. Sono d’accordo con Prandelli, solo la Spagna detta legge. Anche Germania e Francia hanno fatto fatica in queste prime gare di qualificazione".


Sullo stesso argomento